Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Slitta a gennaio l’intervento per la strada bloccata da 4 anni

Cavalicco: in via della Roggia i residenti sono amareggiati per l’ennesimo rinvio. Il Consorzio di bonifica intende chiudere il corso d’acqua durante l’inverno

TAVAGNACCO. I lavori su via della Roggia, a Cavalicco, potrebbero avere inizio a fine gennaio. E’ Stefano Bongiovanni del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana ad annunciare la novità.

L’intervento, infatti, era in programma in autunno: per i residenti, che attendono da ormai quatto anni la sistemazione della strada, si tratta dell’ennesima beffa. Le problematiche che colpiscono la via – con un argine ceduto, un tratto di strada dissestato e il suo conseguente transennamento – non verranno r ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TAVAGNACCO. I lavori su via della Roggia, a Cavalicco, potrebbero avere inizio a fine gennaio. E’ Stefano Bongiovanni del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana ad annunciare la novità.

L’intervento, infatti, era in programma in autunno: per i residenti, che attendono da ormai quatto anni la sistemazione della strada, si tratta dell’ennesima beffa. Le problematiche che colpiscono la via – con un argine ceduto, un tratto di strada dissestato e il suo conseguente transennamento – non verranno risolte così presto.

E la pazienza comincia a venire meno. «Siamo stanchi di aspettare: Comune, Consorzio e Regione hanno passato il tempo a rimpallarsi le responsabilità e ancora non hanno risolto la situazione – dice Dino Trevisani, che abita in via della Roggia, proprio di fronte al tratto transennato –. Il problema è che hanno sbagliato i lavori sin dall’inizio: la base su cui hanno realizzato quella staccionata non era solida, era inevitabile che l’argine cedesse».

Il Consorzio di Bonifica, che si occupa della progettazione, spiega come stanno oggi le cose. «E’ prematuro mettere in asciutto la roggia ora, programmeremo la chiusura per questo inverno – riferisce l’ingegner Bongiovanni -. Dobbiamo concludere l’iter autorizzativo e poi procederemo. L’obiettivo è partire con i lavori a fine gennaio: ma la data esatta ancora non c’è».

Il che significa che gli automobilisti di passaggio e i residenti dovranno continuare a procedere su una sola corsia e sopportare tutti i disagi del caso. L’amministrazione comunale si augura che la vicenda si chiuda al più presto.

«Noi abbiamo di fatto il nostro, ci siamo adoperati a novembre dell’anno scorso per avere i fondi dalla Regione, circa 80mila euro utili a realizzare l’intervento principale e altre piccole sistemazioni nell’alveo – commenta il sindaco, Gianluca Maiarelli -. Ci aspettiamo che venga garantita la sistemazione di quel tratto di via prima possibile: nei prossimi giorni andrò a parlare con il Consorzio per capire esattamente quali saranno le tempistiche».