Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il sigillo della città a Valerio Armellini maestro dei barbieri in bottega da 78 anni

LA STORIAANNA DAZZANNon c’è luogo più confortevole dove lasciare andare i pensieri e, perché no, i pettegolezzi. Dal barbiere accade così, che ci si accomoda sulla poltrona e ci si abbandona alle...

LA STORIA

ANNA DAZZAN

Non c’è luogo più confortevole dove lasciare andare i pensieri e, perché no, i pettegolezzi. Dal barbiere accade così, che ci si accomoda sulla poltrona e ci si abbandona alle cure di mani sapienti. Se queste mani, poi, svolgono questo mestiere da ben 78 anni, significa che il risultato sarà garantito senz’altro. È per questo, per il fatto di essere dedito al suo lavoro da così tanto tempo e con così tanta passione ancora oggi che di anni ne ha 92, che a Valerio Armellini ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

LA STORIA

ANNA DAZZAN

Non c’è luogo più confortevole dove lasciare andare i pensieri e, perché no, i pettegolezzi. Dal barbiere accade così, che ci si accomoda sulla poltrona e ci si abbandona alle cure di mani sapienti. Se queste mani, poi, svolgono questo mestiere da ben 78 anni, significa che il risultato sarà garantito senz’altro. È per questo, per il fatto di essere dedito al suo lavoro da così tanto tempo e con così tanta passione ancora oggi che di anni ne ha 92, che a Valerio Armellini è stato consegnato ieri il Sigillo della città di Udine. Una cerimonia voluta dall’assessore comunale allo Sport, Attività del tempo libero, Pianificazione Territoriale Paolo Pizzocaro, amico personale dell’Armellini, a cui ha preso parte tutta la giunta capitanata dal sindaco Pietro Fontanini.

«Non si può non premiare e apprezzare l’energia che quest’uomo mette nel fare il suo lavoro – ha commentato il primo cittadino – , tra l’altro così delicato. Una dedizione che dovrebbe essere d’esempio per tutti noi». E lui, Valerio Armellini, accogliendo tra le mani un prestigioso riconoscimento istituzionale qual è il Sigillo della città, ha ribattuto prontamente che pensa «di continuare a farlo almeno altri 8 anni». Punta ad arrivare ai 100 anni senza posare gli attrezzi del mestiere, rasoi, pettini e forbici che ha usato per migliaia di persone, compresi «molti generali dell’esercito e anche Gino Bartali, che scherzava sempre dicendomi “è tutto da rifare!”».

Quegli stessi attrezzi che ancora oggi maneggia con sapienza e passione tutti i giorni, nel suo negozio in viale Volontari della Libertà. «Il mestiere l’ho imparato a Beivars, poi nel 1947 in via General Cantore e nel 1956 in viale Volontari. Ormai sono 40 anni che lavoro da solo e devo dire che un tempo le cose erano più facili e le mode migliori… quelle di adesso, con quelle righe e quei ciuffi che non possono andarmi bene per via della mia età, ma è giusto così». Anni fa Armellini ha avuto fino a sette dipendenti, perché il negozio faceva anche le acconciature da donna, ma oggi lui lavora da solo, aprendo ogni giorno la serranda alle 8 del mattino dopo aver pedalato sulla sua Bottecchia da Tavagnacco, dove risiede. «Se ho intenzione di andare in pensione? Io sto già vivendo la mia pensione facendo ciò che mi appassiona! Sono stato 15 giorni in ferie e non vedevo l’ora di tornare in negozio perché per me la vita è lavoro!». Che nelle sue vene scorra sangue friulano doc, è fuori da ogni dubbio. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI