Menu

  • Seguici su

Luoghi: Precenicco

Ancora una giornata di code nonostante il nuovo casello

Ancora una giornata di code nonostante il nuovo casello

Ancora una giornata di code dal Friuli verso il mare. Le prime stime parlano in un aumento del traffico del 10% rispetto al 2008. Nonostante il nuovo casello già nella notte fra venerdì e sabato un serpentone di auto dirette alle spiagge si allungava fino all’ingresso di Lignano. Insomma, per i sindaci del territorio: «Va cambiata la segnaletica».

Safilo: per tre anni stop ai licenziamenti

Safilo: per tre anni stop ai licenziamenti

Grazie a cassa integrazione straordinaria e ammortizzatori in deroga, oltre a possibili contratti di solidarietà, non ci sarà rischio mobilità per i circa 900 dipendenti friulani del gruppo Safilo per almeno tre anni: questo è il frutto dell'accordo tra le parti.

Safilo senza sbocchi e aumentano i debiti

Safilo senza sbocchi e aumentano i debiti

Giornate difficili per i 750 lavoratori della Safilo che rischiano di perdere il lavoro a Martignacco e a Precenicco. Dopo l'evaporarsi di di quello che doveva essere, attraverso una cordata, il tentativo di salvare gli stabilimenti friulani, si è appreso che in tre mesi l’azienda ha accumulato altri 42 milioni di debito e sta andando verso il precipizio.

Safilo, i presídi non smantellano:vertenza lontana dalla conclusione

Safilo, i presídi non smantellano:vertenza lontana dalla conclusione

I presídi dei lavoratori della Safilo all’esterno dei due stabilimenti di Precenicco e Martignacco non smantellano all’indomani dell’intesa raggiunta sulla cigs che riguarderà per due anni 750 operai a partire dal 1° luglio. Per i sindacati la vertenza non è conclusa.

Vertenza Safilo: c’è la firmaper la cassa integrazione

Vertenza Safilo: c’è la firmaper la cassa integrazione

Vertenza Safilo: firmato l’accordo che prevede la cassa integrazione ordinaria fino a giugno e dal 1º luglio la straordinaria per 750 lavoratori. E per garantire gli 80 posti a Precenicco saranno individuati 130 prepensionamenti nelle altre fabbriche del gruppo. Tutto ciò in attesa che la Regione presenti gli imprenditori disposti a gestire gli stabilimenti friulani.

Tagli in Friuli:Safilo non cambia idea

Tagli in Friuli:Safilo non cambia idea

Le speranze dei 780 lavoratori Safilo sono riposte nel tavolo nazionale che si riunisce al ministero dello Sviluppo economico, a Roma. Operai, sindacati e Regione auspicano che da quella sede emerga la ricetta per salvare gli stabilimenti di Precenicco e Martignacco visto che ieri, a Padova, l’azienda si è detta ancora una volta pronta a far scattare la mobilità.

Anticipato il confrontoper la Safilo a Roma

Anticipato il confrontoper la Safilo a Roma

Il vertice a Roma sulla crisi Safilo si terrà prima del 29 aprile. Lo ha assicurato l’assessore regionale alle Attività produttive Luca Ciriani. Soddisfatti i sindacati, in particolare la Cgil, che aveva criticato i tempi della riunione, in un primo momento prevista per l’inizio di maggio. Roberto Di Lenardo dice: «Bene, vuol dire che ci sono proposte concrete da portare a quel vertice».

I lavoratori della Safilo:senza un piano non firmiamo

I lavoratori della Safilo:senza un piano non firmiamo

Gli operai Safilo non mollano: senza un piano industriale chiaro non accettano la cassa integrazione. Le assemblee dei lavoratori di Martignacco e di Precenicco hanno ritenuto insufficiente la proposta dell’azienda, che punta sulla Cig solo per i friulani. Preferiscono portare la vertenza al tavolo nazionale, anche perché domani l’assessore Luca Ciriani volerà al ministero a Roma.

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro