Menu

  • Seguici su

Luoghi: Resia

Inaugurata la funivia da 100 posti che collega Sella Nevea e Bovec

Inaugurata la funivia da 100 posti che collega Sella Nevea e Bovec

Un’opera attesa 25 anni, un intervento da 17 milioni: Sella Nevea e Bovec uniti da una funivia. Italia e Slovenia hanno “battezzato”, ieri, il polo senza confini del turismo montano. Un comprensorio sciistico con 35 chilometri di piste, servite da 10 impianti di risalita, utilizzabili con skipass unico, che può essere acquistato (28 euro), sia alle casse italiane, sia in quelle slovene.

Banda larga, la montagna sarà cablata entro il 2011

Banda larga, la montagna sarà cablata entro il 2011

La montagna del Friuli Venezia Giulia sarà cablata entro il 2011. Per portare la banda larga la giunta regionale ha stanziato ieri 6,7 milioni. Prosegue così il progetto di infrastrutturazione che collegherà, entro i prossimi due anni, 23 Comuni dell’area montana e pedemontana alla dorsale regionale.

Rabbia silvestre in pianura: volpe infetta a Mortegliano

Rabbia silvestre in pianura: volpe infetta a Mortegliano

La rabbia silvestre, accertata per la prima volta nell’ottobre 2008 in una volpe abbattuta nel comune di Resia, si estende oggi fino al Medio Friuli. Il caso numero 30 riguarda infatti il comune di Mortegliano dove il 26 settembre è stata abbattuta una volpe affetta da rabbia.

Rabbia in Friuli,scoperti 12 animali infetti

Rabbia in Friuli,scoperti 12 animali infetti

La rabbia silvestre torna dopo a far paura in Friuli. Nell’arco degli ultimi tre mesi l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle tre Venezie ha diagnosticato una dozzina di casi di animali positivi al virus. Per bloccare la diffusione dell’infezione è in corso una campagna di vaccinazioni che sta coinvolgendo 37 comuni dell’Alto e del Medio Friuli.

Ritrovato il corpo dell’alpinistadisperso da mesi sul Canin

Ritrovato il corpo dell’alpinistadisperso da mesi sul Canin

A distanza di 4 mesi dalla scomparsa, ieri mattina in un canale a 500 metri circa a ovest del Bivacco del Cai di Manzano, sono stati trovati i resti di Matteo Mazzoni, il goriziano di 36 anni che era svanito nel nulla il 6 luglio, durante un’escursione sul versante di Resia del monte Canin. Attorno alle 20.30, aveva comunicato al 113 di essere in difficoltà sopra una parete rocciosa. Poi, di lui più nessuna notizia, nonostante le lunghe ricerche.

Resia, una volpegli attacca la rabbia

Resia, una volpegli attacca la rabbia

Un uomo di Gniva di Resia è stato colpito da rabbia dopo essere stato morso da una volpe. Il fatto è accaduto l'8 ottobre, ma la conferma che l’animale selvatico fosse portatore della malattia infettiva è arrivata soltanto nella serata di venerdì. La volpe era stata immobilizzata e uccisa.

Sospese le ricerchedel goriziano disperso

Sospese le ricerchedel goriziano disperso

Ieri si è concluso senza esito anche il settimo giorno di ricerche dell’escursionista goriziano Matteo Mazzoni, il trentaseienne che la sera di domenica 6 luglio aveva chiesto aiuto telefonando al 113 dicendo che con il suo cane si trovava impossibilitato a muoversi su di un dirupo sovrastante la Val Resia. E in tarda serata è arrivata la comunicazione della sospensione delle ricerche. Oggi le squadre riposeranno e si deciderà poi come intervenire, in maniera mirata.

Da due giornidisperso sul Canin

Da due giornidisperso sul Canin

Ancora senza esito le ricerche di un escursionista. Da domenica sera, infatti, si sta cercando sui versanti dei monti del gruppo del Canin, il goriziano Matteo Mazzoni (nella foto), 36 anni, che verso le 20.30 è riuscito a segnalare con il telefonino al 113 le sue difficoltà. Purtroppo, nel breve tempo della chiamata, l’uomo non è riuscito a segnalare bene la sua posizione

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro