In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Austria vicina

Van der Bellen conta di vincere già al primo turno

2 minuti di lettura

Il giorno delle elezioni presidenziali in Austria è arrivato. Oggi i seggi apriranno quasi ovunque alle 7, in alcuni piccoli paesi addirittura alle 6, ma resteranno aperti in questa sola giornata fino alle 17 (in alcuni comuni del Tirolo Orientale fino alle 16).

Si teme che l’affluenza non sarà molto alta. Alle precedenti elezioni del 2016 partecipò al voto al primo turno il 68,5% degli aventi diritto, numero salito al 72,7% al ballottaggio. Come ricordavamo ieri, l’esito fu annullato per irregolarità nello scrutinio dei voti inviati per posta, per cui si rese necessario un secondo ballottaggio, a cui partecipò il 74,2%. Oggi ci si accontenterebbe di un 65%.

Va rilevata l’importanza crescente dei voti per posta. Non sono, come in Italia, i voti degli italiani residenti all’estero. In Austria possono votare per posta tutti quelli che lo desiderano, evitando così di doversi recare oggi al seggio. Lo fanno quelli che oggi hanno impegni di lavoro, ma anche chi è in viaggio oppure preferisce dedicare la domenica a una gita. Basta richiedere al proprio Comune di residenza la scheda di voto, con la relativa busta per la spedizione, che poteva essere effettuata fino alle 9 di mattina di ieri. La legge elettorale, infatti, impone alle Poste di svuotare le cassette delle lettere dopo le 9, in modo da poter raccogliere e recapitare agli uffici elettorali mandamentali gli eventuali voti postali spediti all’ultimo momento.

Naturalmente chi ha chiesto la busta per il voto postale, ma non ha più gli impegni previsti per oggi, può sempre recapitare la sua busta al seggio, consegnandola a mano agli scrutatori.

Ormai vota per posta non meno del 20% degli aventi diritto, ma nelle ultime elezioni politiche, in tempo di Coronavirus, il numero dei voti postali era salito addirittura al 44%. Quando questa sera gli istituti demoscopici pubblicheranno i loro exit-poll (e dopo le 19.30 circa anche i risultati quasi definitivi risultanti dal conteggio delle schede) dovranno affidarsi a calcoli complicatissimi per stimare in anticipo anche i voti inviati per posta, il cui scrutinio è rinviato per legge alle 9 di domani mattina.

Il risultato del voto di oggi – come scrivevamo ieri – è abbastanza scontato. La differenza tra il presidente uscente Alexander Van der Bellen e i suoi sei sfidanti è abissale. Soltanto Walter Rosenkranz, esponente dell’Fpö (il partito dell’estrema destra sovranista), viaggiava negli ultimi sondaggi intorno al 16%, mentre tutti gli altri erano sotto il 10%. Van der Bellen, quindi, sarà il vincitore della giornata. Resta soltanto da vedere se supererà il 50%. In caso contrario dovrà andare al ballottaggio il 6 novembre. Rosenkranz, che non ha alcuna speranza di battere Van der Bellen, punta proprio su questo obiettivo: il ballottaggio. Non per superarlo, me per l’esposizione mediatica che gli sarebbe assicurata nelle prossime quattro settimane e che gioverebbe alla sua immagine in vista di prossime consultazioni elettorali.

I commenti dei lettori