In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Promotur in rosso per 16 milioni. La giunta corre in “soccorso”

Via libera all’assestamento di bilancio: polemica sui fondi all’ente che gestisce gli impianti invernali. Censito il patrimonio immobiliare: da palazzi ad aziende agricole, da foreste a boschi per 713 milioni

2 minuti di lettura

UDINE. Promotur cambia e diventa una società regionale. Ma per ripartire il bilancio dev’essere ripianato. E la maggioranza mette 16 milioni di euro nelle variazioni di bilancio che andranno in aula a fine giugno. Ieri il via libera della giunta regionale.

«Abbiamo inserito 14 milioni per ripianare i bilanci e altri due milioni per le spese dell’ente – spiega l’assessore regionale alle finanze Sandra Savino –. Promotur è un ente che ha una sua storia, deve la sua programmazione a sei poli sciistici importanti del Friuli Venezia Giulia e ha un ruolo di tenuta sociale ed economica significativa in un territorio svantaggiato come quello della montagna», sono ancora le parole dell’assessore.

L’ultimo bilancio da società autonoma di Promotur, prima cioè della sua trasformazione in agenzia a completo controllo regionale, si chiuderà con un passivo superiore ai 3 milioni di euro. Il documento contabile, che andrà discusso e approvato nell’assemblea di giugno, per il terzo anno consecutivo sarà pesantemente in rosso, accusando perdite per 3,2 milioni di euro, dopo i “buchi” di 2,2 milioni di euro nel 2011 e di 3,3 milioni di euro nel 2010.

Cifre negative a cui vanno sommati gli ammortamenti ai quali Promotur è soggetta, quasi 1 milione di euro per la restituzione dei prestiti ottenuti o dei mutui accesi per il piano di investimenti degli ultimi anni (pari a 300 milioni di euro). Nel momento in cui il bilancio sarà chiuso quindi, passività e ammortamenti, una volta sommati, sono destinati a superare i 4 milioni di euro.

Due le principali ragioni che starebbero dietro al “buco” di Promotur per questo 2012: maggiori costi di gestione dei cinque poli sciistici del Friuli Venezia Giulia a causa di una prolungata assenza di neve fresca e il mancato incasso di alcuni crediti dovuti da privati e imprese.

E dal Pd arrivano le critiche. «È singolare apprendere che con la manovra di assestamento di bilancio una parte consistente serva a ripianare il deficit di Promotur», afferma il capogruppo Gianfranco Moretton. Ricordando che «la riforma che ha trasformato Promotur in agenzia doveva essere un toccasana per il turismo montano», Moretton nota che «le cose non stanno in questi termini se ora si scopre che il deficit passa da tre milioni di euro a 14. E pensare che Tondo – conclude – dovrebbe essere il presidente che riduce i debiti».

Ieri la giunta ha preso in esame per l’ok definitivo l’assestamento di bilancio, manovra per complessivi 130 milioni di euro, destinati a opere cantierabili attraverso la Protezione civile (15 milioni); a interventi di manutenzione e risparmio energetico in abitazioni private (20 milioni); a contributi compensativi Irap (7); a politiche attive del lavoro (15); a lavori di pubblica utilità (10); a Friuli Venezia Giulia Strade spa (5).

Tre milioni andranno alla cultura e alle relazioni internazionali, cinque per le attività produttive e altrettanti per l’agricoltura. Inoltre, 10 milioni saranno accantonati per iniziative nel campo della solidarietà sociale. A disposizione del consiglio regionale per altre iniziative ci sono 12 milioni di euro. Agli Enti locali andranno oltre 19 milioni, mentre per le spese di funzionamento della Regione vengono previsti due milioni.

In giunta ieri è stato illustrato anche il patrimonio immobiliare di proprietà della Regione, che vale 713,1 milioni di euro, un complesso di beni che va da palazzi a condomini, ma anche aziende agricole, foreste e boschi. A questa cifra, che rivaluta notevolmente le precedenti stime, si è arrivati dopo quasi quattro anni di lavoro da parte degli uffici della direzione regionale Finanze e Patrimonio, che hanno passato al setaccio tutte le proprietà, compilando in tutto 222 schede.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori