In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Zanin invita a rendere pubblico l’esito del bando di gara

PINZANO. Il presidente della Regione Renzo Tondo renda pubblico l’esito del bando di gara del raccordo autostradale Cimpello-Sequals-Gemona: a chiederlo è il gruppo consiliare provinciale del Pd,...

1 minuto di lettura

PINZANO. Il presidente della Regione Renzo Tondo renda pubblico l’esito del bando di gara del raccordo autostradale Cimpello-Sequals-Gemona: a chiederlo è il gruppo consiliare provinciale del Pd, guidato dal capogruppo Giorgio Zanin, che ha presentato un ordine del giorno che sarà discusso domani nell’assemblea dell’ente intermedio. Con questo documento i democratici vogliono impegnare il consiglio a bocciare l’attuale progetto di opera viaria e a pensarne uno aggiornato e con la partecipazione dei cittadini. Zanin porta a sostegno della richiesta un po’ tutte le considerazioni fatte da molti soggetti in questi ultimi mesi, a cominciare dal comitato popolare Arca: l’inutilità dell’opera per la popolazione locale, i flussi di traffico diminuiti rispetto al tempo in cui questa strada era stata pensata, i paventati danni ambientali.

Due però i punti sui quali l’esponente del Pd si esprime con forza. Innanzi tutto quello sull’esito della gara e sui motivi per i quali la comunicazione del nome dell’impresa vincitrice non è stato ancora reso pubblico da Trieste. «Le proposte – ha attaccato Zanin – sono già state esaminate prima dell’estate dagli uffici regionali ed è stato individuato il migliore offerente, ancorché non reso pubblico. Il presidente Tondo ha tutti gli strumenti per proclamare pubblicamente il migliore offerente o, diversamente, può mandare tutto a monte. Nelle ultime dichiarazioni si è contorto, manifestando anche lui dubbi sulla bretella autostradale. Quindi, se non serve o è inutile e dannosa, è tempo di dichiararlo esplicitamente: altrimenti si renda esplicito l’esito della gara».

L’altro punto è la concorrenza che tale opera potrebbe fare ad Autovie venete. «Il traffico – ha continuato Zanin – destinato a percorrerla non appare rilevante e, in ogni caso, risulta penalizzante per la società regionale Autovie venete poiché le toglie una certa quota di transiti, facendo mancare, quindi, una parte degli introiti proprio mentre la società è concentrata anche economicamente sull’onerosa realizzazione della terza corsia dell’A4». Infine una stoccata anche all’ente provinciale. «A fronte del dibattito sulla strada – ha concluso Zanin – è giusto osservare che la Provincia non ha sin qui prodotto alcuno sforzo significativo per aprire una discussione pubblica, venendo perciò meno in modo evidente al suo ruolo di rappresentanza dell’area vasta».(d.f.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori