In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Sequals-Gemona, Pdl e Lega ai ferri corti

La frizione emersa in Provincia si estende al Comune. E Bolzonello ritrova la sintonia con Zanolin

2 minuti di lettura

Ex alleati che si ritrovano vicini, e alleati che si allontanano. La mozione sulla Sequals-Gemona rianima il consiglio comunale di Pordenone: crea le prime crepe tra Pdl e Lega Nord e vede Gianni Zanolin e Sergio Bolzonello amici ritrovati. La discussione avviata l’altra sera – ma non conclusa – porta a pensare che la mozione, che si oppone alla realizzazione di un’autostrada che costeggi il Tagliamento, passerà.

Lega vs Pdl. Sergio Bolzonello, in qualità di presidente del Consiglio comunale, ha chiesto che l’argomento venisse rinviato così come chiesto dal capogruppo del Pdl, Franco Dal Mas, che ha dovuto lasciare la seduta prima che si arrivasse alle mozioni. Un rappresentate per gruppo è stato chiamato a esprimersi: i partiti di maggioranza hanno votato a favore, quelli di minoranza pure. Tranne la Lega che, con Riccardo Piccinato, ha fatto lo sgambetto – involontario? – agli alleati. Così la discussione è partita ma non si è chiusa in serata.

Ambiente. A presentare la mozione è stato Gianni Zanolin del Ponte che, con proiezione di cartina, ha mostrato a tutti quali sarebbero i danni ambientali di quell’autostrada a quattro corsie: squarcerebbe il bosco di Valeriano (nel comune di Pinzano) «separerebbe i paesi del Friuli dal loro accesso al Fiume e rovinerebbe la curva del Tagliamento, uno dei paesaggi più belli e assolutamente unici dell’intera regione». Ma c’è anche una questione di utilità: «Il futuro economico non sarà più segnato da grandi volumi produttivi per cui anche il bisogno di strade va ridimensionato». Non solo: «Le grandi opere non hanno mai fermato lo spopolamento della montagna, anzi. E una montagna abbandonata crea problemi non li risolve». Lucia Amarilli della civica Del Ben, rafforza il concetto: «In questo modo si sottrae altro territorio, si aumentano traffico e inquinamento. Con quell’opera verrebbero deturpate aree che invece rappresentano una grande opportunità, anche economica».

Bolzonello. L’ex sindaco non solo si ritrova con l’ex amico e braccio destro – «ricordo quando andavamo a funghi in Austria e ci auguravamo un collegamento più veloce» – sostenendo che quell’opera, che «ha vent’anni di gestazione » e che «è stata sostenuta sia da Illy che da Tondo», non è più necessaria, ma fa le prove generali per la Regione. Spiega la strategia del suo partito («ricordo che Pd e Serracchiani sono contro»), fa riferimento ai dubbi dello stesso governatore uscente – «in un’intervista una radio Tondo ha detto di essere dilaniato dai dubbi» – smonta la sostenibilità economica. «Non solo non ci sono i soldi pubblici per realizzarla, ma un project financing per stare in piedi avrebbe necessità di pedaggi insostenibili per rientrare dell’investimento in 55 anni. Senza contare che quell’opera toglierebbe traffico dalla A 4 Trieste-Venezia facendo diminuire i flussi di traffico – è stato l’affondo di Bolzonello – che sono alla base del piano finanziario della terza corsia visto che l’ampliamento dell’autostrada sarà pagato con i pedaggi».

L’alternativa. E allora la linea tracciata dal Pd è quella di «migliorare il collegamento esistente tra Dignano e Udine Nord, abbandonando l’ipotesi autostrada». Il dibattito è comunque aperto. La mozione tornerà in aula per essere votata.

Tensioni nel Fiume. La serata di lunedì è stata sicuramente segnata da Sergio Bolzonello che, in qualità di presidente, non ha fatto volare una mosca in aula gestendo intemperanze senza troppi convenevoli. Pienamente nel ruolo del presidente, secondo alcuni pure troppo, visto che ha bacchettato più volte anche il suo capogruppo Mario Bianchini. Quando il capogruppo ha espresso disponibilità a rinviare la mozione «per tutelare le minoranze», la replica di Bolzonello è stata gelida: «Poteva risparmiarsi la battuta».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori