Il Tar “boccia” studente e genitori

Avevano fatto ricorso dopo la perdita dell’anno. I giudici: perplessi dal ricorso di mamma e papà, sapevano dei brutti voti del figlio. Pagheranno anche le spese