In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Crisi giunta a Manzano, Genova e Venturini lasciano la Driutti

Dissidi con il sindaco: vice e assessore ai lavori pubblici si dimettono. Maggioranza da ricompattare o si torna alle urne

1 minuto di lettura

MANZANO. La crisi era nell’aria da qualche mese, ma nessuno si aspettava un esito così drastico: non uno, bensì due assessori – quello ai lavori pubblici, Valmore Venturini, e il vicesindaco Rosario Genova – lasciano la giunta Driutti, già orfana dell’esterno Antonio Tessaro.

«Entrambi abbiamo presentato le dimissioni da assessori per motivazioni politiche – spiega Venturini –. Stiamo lavorando nella più completa incertezza e non da adesso».

Il malessere nella maggioranza è iniziato proprio con la fuoriuscita di Tessaro, ufficialmente per questioni professionali, ma secondo i bene informati causata da insanabili dissidi con il sindaco Lidia Driutti. «Si è poi aggiunta la paralisi dei lavori pubblici – prosegue Venturini –, legata alla vicenda della mancata conferma del geometra Paolo Nardin al vertice dell’ufficio tecnico. Il sindaco non ha mai voluto affrontare la questione, costringendomi a presentare una mozione sul tema. Ed è sconcertante che il documento non sia mai stato messo ai voti».

Venturini ripercorre tutti i passaggi che lo hanno portato alle dimissioni, ricordando il segnale drammatico che era stato dato al primo cittadino in consiglio comunale, quando una parte della maggioranza era uscita dall’aula facendo sospendere la seduta. Episodio a seguito del quale «il sindaco non ha convocato neanche un incontro con la maggioranza. Viceversa, apprendiamo dalla stampa e non certo da comunicazioni ufficiali, di diversi incontri con le forze dell’opposizione, incontri peraltro che ci risultano finora del tutto inconcludenti. A Manzano è tutto fermo, serviva una presa di posizione netta e precisa, un segnale forte. E ora il sindaco tragga dalle nostre dimissioni le dovute conseguenze e veda se riesce a ricompattare la maggioranza. Altrimenti è meglio che, dato che siamo in democrazia, si lasci la parola ai cittadini».

Genova rincara la dose: «In quest’ultimo periodo mi sono sentito un’intera amministrazione addosso in qualità di vicesindaco, un incarico importante che ho assolto con impegno, dedizione e senso di responsabilità. Ai dipendenti che venivano a rappresentarmi tutte le problematiche, anche quelle non legate ai miei referati, non ho mai esitato a rispondere, dando indicazioni e risolvendo le questioni. Vi è un immobilismo totale e tante questioni non sono affrontate e risolte».

Una decisione sofferta, quella di Genova, che ieri salutando i dipendenti si è commosso per le parole di stima e solidarietà che gli hanno rivolto. Ciò che ha maggiormente deluso il vicesindaco è stata «la mancata copertura politica della Driutti sulla strada complanare appena aperta dalla Provincia, in ossequio alle mie giuste esternazioni. Ho manifestato il mio disappunto su situazioni che poi andrebbero a ricadere sul bilancio del Comune. E nonostante la sua posizione in Provincia, il sindaco non ha mai avvalorato quanto da me rilevato».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori