In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Sicurezza a Udine, telecamere nei palazzi per difendersi dai furti

Fenomeno in aumento, la gente si organizza e chiede la videosorveglianza. Il referente Anaci sollecita l’attenzione tra vicini: segnalate i rumori sospetti

2 minuti di lettura

UDINE. Allarme furti in città, nei condomìni arrivano gli impianti di videosorveglianza. I colpi non si contano più, i topi d’appartamento agiscono in ogni dove e prendono di mira sia le case di lusso che quelle più spartane. Arraffano soprattutto monili d’oro e, quando lo trovano, denaro contante.

«Solo l’altro giorno un ragazzo approfittando dell’impalcatura installata in un palazzo in viale Leonardo da Vinci, è stato bloccato al primo piano» racconta il referente dell’Anaci (Associazione amministratori di condominio), Andrea Soramel, invitando i condòmini a vigilare dentro i palazzo segnalando rumori o presenze sospette alle forze dell’ordine con le quali l’Anci, nell’ambito del corso di studio in Gestioni immobiliari attivato all’istituto Stringher, si appresta ad analizzare il problema sicurezza.

«Il fenomeno è esteso a tutte le zone della città» fa notare Soramel ricordando che un impianto di videosorveglianza di dimensioni medio-grandi costa circa 6 mila euro. Vale a dire 600 euro a testa se nel palazzo abitano 10 famiglie.

La gente insomma ha paura e opta per l’autodifesa: «Le dimensioni poco impattanti, la perfezione delle riprese in notturna che era il punto debole dei primi impianti, convincono i condòmini a investire sulla videosorveglianza» insiste Soramel ricordando che gli occhi elettronici, fatta salva la privacy, vengono installati in prossimità degli accessi, nei giardini, nei porticati, nelle aree di manovra dei garage, nelle cantine, nella zone in prossimità delle centrali termiche o dei contattori visto che i malviventi interrompono la corrente sia per fare atti vandalici sia per zittire gli antifurto alimentati a corrente. Senza contare che chi fornisce gli impianti di videosorveglianza garantisce la gestione e lo scarico delle immagini».

I consigli

Proprio perché il fenomeno è in aumento, l’Anaci invita i condòmini a non lasciare le porte d’ingresso aperte, a riqualificare gli edifici con l’installazione dei videocitofoni perché, spesso, i ladri riescono a farsi aprire le porte fingendosi incaricati dell’Enel, amministratori o addetti alla distribuzione della pubblicità. L’altra situazione favorevole ai topi d’appartamento è quella determinata dalla presenza di un cantiere di ristrutturazione. Cosa ricorrente anche a seguito delle manutenzione straordinaria finalizzate al risparmio energetico e quindi alle detrazioni fiscali. «In presenza di ponteggi l’attenzione va raddoppiata» ribadisce Soramel ricordando che i ladri acrobati arrivano fino agli ultimi piani». Considerato che anche per le forze dell’ordine diventa impossibile sorprendere i malviventi in azione, Soramel promuove la collaborazione tra i vicini di casa. «Se si avverte un rumore strano mai avvertito prima, o un campanello suonare con insistenza meglio allertare le Forze dell’ordine o lo stesso amministratore».

I nuovi amministratori

Proprio perché il problema furti non va sottovalutato, l’Anaci nell’ambito del corsi di studio per Operatore amministrativo e Tecnico commerciale con indirizzo in Gestioni immobiliari attivati all’istituto professionale Stringher, lo analizza anche con gli aspiranti amministratori di condominio. Da qui l’organizzazione a breve di un convegno con i rappresentanti delle forze dell’ordine aperto alla cittadinanza. «È importante analizzare il problema e collaborare per innalzare il livello di attenzione» conclude Soramel, citando i casi dei condomìni presi di mira più volte dai ladri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori