In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
tarvisio

Nelle gallerie della vecchia miniera di Cave per ricordare chi è morto lavorando

Nel camerone di Santa Barbara (protettrice proprio dei minatori) è stata celebrata una messa a cui hanno potuto partecipare circa 200 persone

Alessandro Cesare
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Un’occasione per far rivivere le gallerie dell’ex miniera di Cave del Predil, ma anche per ricordare chi, nelle viscere del monte Re, nel corso dei secoli, ha perso la vita.

Domenica 4 dicembre nel camerone di Santa Barbara (protettrice proprio dei minatori) è stata celebrata una messa a cui hanno potuto partecipare circa 200 persone.

Viaggio nella miniera di Cave, tra ricordi e testimonianze

Molte le autorità intervenute, a cominciare dai sindaci di Tarvisio, Bovec e Arnoldstein Renzo Zanette, Walter Mlekuz e Reinhard Antolitsch.

Grande l’emozione degli ex minatori presenti, soprattutto nel momento in cui sono stati ricordati i caduti durante il lavoro di estrazione di blenda e galena.

Un’attività interrottasi nel 1991 ma che, grazie alla nascita del Parco geominerario internazionale, viene tramandata ogni giorno ai turisti che raggiungono Cave del Predil.

A celebrare la messa è stato don Alan Iacoponi: «Lasciatevi emozionare da questo momento, pensando a chi in queste gallerie ha perso la vita, e a chi vi ha lavorato per decenni», ha detto il parroco, prima dei saluti portati anche in tedesco e sloveno.

Tra i presenti anche il vicepresidente del consiglio regionale Stefano Mazzolini, il presidente della Cooperativa Pluriservizi Valcanale Giuseppe Di Vora, i rappresentanti delle forze dell’ordine, della polizia locale, dell’esercito, del corpo forestale, del soccorso alpino, delle associazioni Kameradschaft der Kärtner Freiwilligen Schützen e Khebenhüller 7er Bund.

«Per noi Santa Barbara è una giornata speciale, che in tanti si sono impegnati per tramandare fino ai giorni nostri - ha ricordato lo storico ed ex minatore Leopoldo Kopac -. Una ricorrenza che ha sempre unito, italiani, austriaci e sloveni. Ritornare in miniera è sempre una grande emozione, che ci fa ricordare i momenti belli e quelli brutti. Speriamo di riuscire a trasmettere ai giovani l’importanza di questa giornata e il valore dei minatori».

A organizzare l’evento dal punto di vista logistico, è stata la Cooperativa Pluriservizi Valcanale, che dopo aver fatto indossare ai presenti il caschetto protettivo, li ha accompagnati fino al camerone di Santa Barbara: «L’organizzazione è stata complessa, ma grazie alla collaborazione con l’associazione dei minatori siamo riusciti a portare un bel numero di persone all’interno - ha commentato il presidente Di Vora -. Chi vuole approfondire la storia della miniera può venire a visitare il museo, che durante le feste natalizie sarà aperto ogni giorno».

Oltre alla messa, la giornata è stata caratterizzata da due momenti di ricordo: la commemorazione dei caduti della Grande Guerra nella cappella del cimitero austroungarico e la posa di corona di alloro al monumento del minatore. «Siamo qui per ricordare tutti coloro che non sono più tornati nelle loro case, e per portare avanti la storia di questa comunità e di questa miniera», ha chiarito Zanette.

A chiudere la cerimonia è stato il tradizionale Glück Auf, saluto benaugurante che veniva fatto alla fine di ogni turno di lavoro a chi subentrava.

I commenti dei lettori