In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
libri e archeologia

I mosaici di Aquileia: scoprire i loro segreti per ricostruire la storia della basilica

Ripubblicati i saggi del professore Renato Iacumin, la lettura delle raffigurazioni presenti nelle aule Nord e Sud

Elena Commessatti
2 minuti di lettura

AQUILEIA. Ritornano in libreria i testi di Renato Iacumin e Aquileia continua a far parlare di sé. Gaspari ripubblica in tutta Italia i migliori saggi del professore aquileiese, scomparso nel 2012, che per la maggior parte della sua attività ha cercato di tradurre il linguaggio dei misteriosi e simbolici mosaici dell’aula Nord (e dell’aula Sud) della Basilica di Aquileia.

Con la presentazione di Luigi Moraldi, ritornano in un unico volume “Le porte della salvezza. Gnosticismo alessandrino e Grande Chiesa nei mosaici delle prime comunità cristiane. Guida ai mosaici della basilica di Aquileia”, di Renato Iacumin (Euro 18, pp. 220).

Luigi Moraldi scrive in quella prefazione che è ancora la stessa (è del 2000): «Ci siamo conosciuti a un congresso tenuto ad Aquileia per trattare delle linee alessandrine-ellenistiche della cultura nei secoli I-III d.C.». E poi così continua: «Avevo da poco tradotto, per la prima volta in italiano, un importante libro gnostico “Pistis Sophia”... e al convegno il professor Iacumin rivolse a me queste parole: “Lei ha tradotto Pistis Sophia, io forse ne ho trovato l’illustrazione dei Libri III e IV».

La copertina del volume che raccoglie i saggi del professor IacuminI e un mosaico della basilica di Aquileia

 

Ed ecco che questa ripubblicazione fresca di stampa delle teorie di Iacumin riporta in auge le teorie decennali del professore e come scrive Giordano Brunettin, «l’autore, forte per l’appunto delle interpretative figurative, si spinge quindi a formulare alcune conclusioni su questa fase essenziale della Chiesa primitiva». Cioè Iacumin sostiene che in una data che va dalla metà alla fine del II d.C. una comunità gnostica di origine alessandrina si sarebbe riunita in un ambiente che lui identifica con l’aula Nord, nell’attuale Cripta degli Scavi. Iacumin sostiene che tutte le figure di quei mosaici, accanto e “sotto” il campanile, sarebbero da interpretare seguendo questo testo. Ma che cos’è Pistis Sophia? È un manoscritto in lingua copta, ritrovato in Egitto, e tradotto in italiano da Moraldi soltanto nel 1982. Testo difficile assai, che racconterebbe attraverso le parole di Gesù “risorto” i misteri ultimi della fede dopo che è resuscitato, in una sorta di svelamento di “conoscenza superiore”. Mistica. Una dottrina della salvezza tramite la conoscenza di alcune rivelazioni, per capirci, non soltanto tramite la fede.

La teoria di Iacumin, che sono in molti a conoscere tra gli storici e gli archeologi che si occupano di Aquileia (e che recentemente il funzionario museale bolognese Claudia Giordani in un saggio riscopre, segnala e in parte avalla), porta a identificare alle origini del Cristianesimo dell’Alto Adriatico una corrente gnostica, - ellenistico/alessandrina- legata alla visione della salvezza, che si rivela “materialmente” nella realizzazione di questa parte dei mosaici aquileiesi della Basilica, mentre per l’aula Sud Iacumin recupera l’esegesi del lavoro del teologo Origene di Alessandria.

Il recupero di questi testi da parte dell’editore ha il merito di organizzare il lavoro del professore. Che il paleocristianesimo aquileiese sia collegato al ruolo internazionale di questa importante città emporiale romana è decisamente dato, e collaudato da fonti certe, (epigrafi ritrovate); per il resto, compresa la leggenda, appunto, di San Marco come evangelizzatore di Aquileia, sono le basi scientifiche a convalidarlo o meno. Certo è che i disegni del pavimento musivo dell’aula Nord e dell’aula Sud sono particolarmente interessanti e originali, e attraggono ogni anno migliaia di visitatori, per ricordare che Aquileia, con tutto il suo complesso archeologico-monumentale, vale un viaggio in Italia.

In più. Il cristianesimo delle origini, non ancora dogmatizzato, e legato alla fluidità di influssi mistico-orientali, ha un suo indiscutibile fascino storico e spirituale.

I commenti dei lettori