In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Cerimonia a Barcis

Al poeta Alfredo Panetta il premio Malattia della Vallata

Vince la lirica dedicata a un imprenditore edile assassinato dalla ‘ndrangheta. Secondo e terzo posto alle friulane Serena Fogolini e Cristina Micelli

Cristina Savi
2 minuti di lettura

BARCIS. Alfredo Panetta, calabrese trapiantato a Settimo Milanese, con la poesia “Cori ‘i cimentu/cuore di calcestruzzo”, versi dedicati all’imprenditore edile che nel 1990 fu assassinato dalla ‘ndrangheta per aver osato denunciare chi gli aveva chiesto ripetutamente il pizzo, è salito sul podio del vincitore della 34esima edizione del Premio Malattia della Vallata, il concorso letterario nazionale aperto alle poesie nei dialetti e nelle lingue minoritarie.

Domenica 11 settembre, in una Barcis sfolgorante di sole e di blu, il cortile di palazzo Centi, con impagabile vista lago, ha accolto la tradizionale cerimonia di premiazione e i dieci finalisti, atto finale di un iter cominciato con oltre 500 componimenti arrivati alla giuria da 155 poeti di 17 regioni italiane, quest’anno con il Friuli Venezia Giulia in testa (38 i concorrenti).

E sono infatti friulane le poetesse che si sono aggiudicate il secondo e terzo posto: Serena Fogolini, di Lauco, con “Spleen da la Cjargne/Spleen della Carnia”, poesia che, come ha sottolineato il portavoce della giuria, Giacomo Vit, ben testimonia l’interessante fenomeno che si sta verificando sul piano linguistico: la contaminazione del dialetto con altre lingue e altri mondi culturali attraverso l’uso di citazioni e termini stranieri (già il titolo “Spleen da la Cjargne” rimanda agli Spleen di Baudelaire) e terza è invece Cristina Micelli, di Basiliano, che nella sua “Lis bicicletis a sotet tal fis dai noglârs/Le biciclette al riparo nel fitto dei noccioli”, si ispira alle lotte popolari e non violente del Cormor del 1950, ma che in un altro componimento ha utilizzato vocaboli stranieri in un tessuto armonico friulano.

“Le lingue dialettali avranno sempre più bisogno di allargare le loro maglie linguistiche per dialogare con il presente”, è il pensiero della giuria del premio, composta, oltre che da Giacomo Vit, da Tommaso Scappaticci, Roberto Malattia, Aldo Colonnello, Fabio Franzin, Rosanna Paroni Bertoja, Fabio Maria Serpilli e Christian Sinicco.

Altre due le considerazioni dei giurati sui contenuti che cambiano, anche nella poesia in dialetto, rispetto alla quale il premio Malattia costituisce un osservatorio importante e prestigioso in Italia: l’influenza del paesaggio e dei luoghi sul linguaggio, lo sguardo sempre più lancinante sulla realtà e la vivacità e la viva attualità delle “parlate materne”, che sconfessa quanti anni fa ne decretavano la fine.

Una mattinata di autentica festa nel segno della poesia, quella di ieri, complice anche il raduno nazionale dei Borghi della lettura, network nazionale cui Barcis ha aderito nel 2019 e del quale è ambasciatore Patrizio Roversi, rappresentato dal presidente Stefano Colella e grazie all’organizzazione come sempre impeccabile e affettuosa di chi sovrintende il Premio e che tanto si spende, da anni, per rinnovare la migliore immagine della località della Valcellina.

Anche “figliando, nel frattempo, altri premi importanti come il Cappello, che sarà consegnato giovedì, alle 18, nel convento di San Francesco, a Pordenone, nell’ambito di Pordenonelegge o il Cavallini-Sgarbi che tornerà a novembre.

Tutto ciò grazie al Comitato che, con il patrocinio del Comune (ieri presente con l’assessora alla cultura Monica Boz) e della Pro Barcis, vede a capo e con immutato entusiasmo il “patron” Maurizio Salvador sin dagli albori del concorso, con lui Roberto Malattia che è nipote di Giuseppe e che con orgoglioso impegno porta avanti la tradizione, quindi lo staff composto da Lorenza Gasperin, Daniela Paulon e Cristina Roman e l’immancabile e raffinato tocco del fisarmonicista Gianni Fassetta in duo questa volta con la figlia violinista Erica, in volo (musicale) fra Caccini, Morricone, Piazzolla e la tradizione popolare russa.

I commenti dei lettori