In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
l’intervista

Fasulo al lavoro per il nuovo film: «Sarà una storia di fantascienza»

Il regista friulano ospite di un incontro per l’inaugurazione dell’Ute di Sacile. «Un’opera archetipica che si interroga sul senso di stare in questo mondo»

Maria Balliana
2 minuti di lettura

Alberto Fasulo, regista e produttore cinematografico friulano, inaugura il nuovo anno accademico dell’Università della Terza età di Sacile e dell’Altolivenza, anno il cui filo conduttore sarà il tema del sogno. Mercoledì 28 s alle 16.30 nell’ex Chiesa di san Gregorio a Sacile, Fasulo converserà di cinema e sogno, con Paolo D’Andrea di Cinemazero.

«Il cinema – racconta – non è stato esattamente un sogno per me perché io ero assolutamente certo che quello sarebbe stato il mio lavoro. Fin dai primi anni del liceo, dopo aver visto tre film di tre maestri assoluti della cinematografia del Novecento – Tarkovskij, Herzog e Antonioni – il futuro fu chiaro per me: volevo fare film. Punto».

Il sanvitese Alberto Fasulo è sicuramente uno dei nomi di spicco del nuovo cinema italiano e l’apripista di una nuova stagione del cinema friulano che da qualche tempo si fa notare con produzioni interessanti come il pluripremiato “Piccolo corpo” della triestina Laura Somani, in questi giorni tra i titoli in corsa per la candidatura italiana all’Oscar.

Ha firmato come regista pochi film ma buoni – quattro in dodici anni –, ma Fasulo è un uomo di cinema completo e soprattutto libero. Completo perché il mestiere l’ha imparato sul campo, non nelle scuole o sui libri, lavorando per sette anni non solo come assistente alla regia, ma anche alla produzione, alla fotografia, al montaggio, al suono…

Tutti i vari e complessi passaggi della costruzione di un film. «Ho scelto di fare la gavetta perché avevo in mente fin da subito di fare cinema in modo consapevole – dice il regista di “Menocchio” – Ho avuto la fortuna di lavorare con grandi professionisti a cui ho guardato con attenzione e quando ho finito di girare il mio primo film, “Rumore bianco” nel 2008, ho visto con chiarezza la mia strada, tracciata davanti a me».

Completo e libero: Fasulo è non solo produttore ma anche distributore, avendo creato, insieme con Nadia Trevisan, la Nefertiti Film, piccola ma vitalissima casa cinematografica indipendente che si sta facendo notare con lavori coraggiosi.

Da “Rumore bianco”, che celebra il Tagliamento, a “Menocchio”, storia del mugnaio eretico Domenico Scandella, il cinema del friulano Fasulo ha radici immerse nella sua terra: «È un rapporto primordiale, il mio con il Friuli, ma io non guardo al territorio per raccontarlo al territorio stesso, ma al mondo. Se penso che “Rumore bianco” ha avuto un buon successo in Asia. Da non crederci: un film sul Tagliamento è piaciuto agli orientali».

È un momento positivo per il nostro cinema che negli ultimi anni ha dimostrato di essere vitale e innovativo. «È una terra di cinema, questa – afferma Alberto Fasulo – lo è sempre stata, ma negli ultimi vent’anni, anche grazie a leggi lungimiranti, si assiste a una crescita significativa in tutti i settori. Molte produzioni estere vengono qui a lavorare e questo crea un indotto importante”.

Dopo il lungo periodo governato dalla pandemia, Fasulo sta ultimando la scrittura del nuovo film che sarà di fantascienza. «Sono tre anni che scrivo e che butto quello che scrivo, la pandemia e il lockdown hanno cambiato la mia percezione e anche il modo di dialogare con lo spettatore. Sarà un film archetipico che si interroga sul senso di stare qui, noi essere umani, in questo mondo».

Qual è il senso di fare cinema oggi? «Anni fa un grande maestro augurò a un produttore di fare film che la gente non sa di voler vedere. Ecco io sono fermo su questo, questo è il senso. Del cinema ma anche di tutta l’arte».

I commenti dei lettori