In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Cinema

I cult di Tod Browning e Hitchcock in anteprima alle Giornate del muto a Pordenone

Presentato il calendario delle proiezioni: non solo film ma anche Fiera del libro ed eventi speciali

Cristina Savi
2 minuti di lettura

Una scena del film The Manxman (L’isola del peccato), di Alfred Hitchcock

 

PORDENONE. L’anteprima assoluta della nuova copia di The unknown ((Lo sconosciuto, 1927) di Tod Browning, interpretato da Lon Chaney e da una sfolgorante, giovanissima Joan Crawford, film culto della storia del cinema, aprirà sabato 1 ottobre (svelando anche l’inattesa riscoperta di dieci minuti mancanti) le Giornate del Cinema Muto 2022: su il sipario alle 21, nel Teatro Verdi di Pordenone, per il festival che raggiunge la 41esima edizione e con un anno di ritardo può finalmente festeggiare il 40esimo anniversario, recuperando la piena capacità di accoglienza e iniziative storiche collegate, come Film Fair, preziosa fiera del libro e del collezionismo cinematografico.

A chiudere le Giornate, presentate ieri nel Ridotto del Teatro Verdi dal direttore Jay Weissberg, sabato 8 ottobre sarà un altro super classico (con replica il giorno successivo alle 16.30) firmato dal maestro del brivido Alfred Hitchcock: l'ultimo film del suo periodo muto, The Manxman (L'isola del peccato, 1929). In entrambi i casi sono state affidate all'Orchestra San Marco di Pordenone le nuove partiture commissionate, a suggello di un legame di lunga data con le Giornate, dove il ruolo della musica è per altro andato in continuo crescendo, facendo del festival anche una vetrina prestigiosa delle composizioni ed esecuzioni musicali per i film muti.

Uno dei principali focus delle Giornate, che come sempre presentano i frutti di preziosi lavori internazionali di riscoperta e restauro, è su un progetto che Weissberg porta avanti da tempo: la Ruritania, termine coniato nel 1894 dallo scrittore inglese Anthony Hope, diventato rapidamente sinonimo di mitici regni balcanici che fra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 hanno nutrito innumerevoli romanzi, operette e film. Altro punto centrale sarà la più vasta retrospettiva mai organizzata in omaggio a una delle maggiori stelle del cinema americano, Norma Talmadge, sulla quale cadde l’oblio con l’avvento del sonoro. Fra gli appuntamenti più attesi, il film Nanook of the North (Nanouk l'esquimese, 1922) di Robert J. Flaherty, domenica 2 ottobre, frutto di una lunga frequentazione del regista con il popolo Inuit e pietra miliare del documentario etnografico: parteciperanno all’accompagnamento musicale, oltre a un quartetto di flauti dell’Orchestra San Marco e ai solisti Alberto Spadotto e Anna Viola, le cantanti di gola inuit Lydia Etok e Nina Segalowitz.

Rimanendo sempre nel grande Nord, l’altro evento speciale in programma mercoledì 5 ottobre alle 21, Borgslægtens Histoire (La storia della famiglia di Borg) di Gunnar Sommerfeld, del 1920, è il primo film girato in Islanda centodue anni fa. Spaziando nel vastissimo programma (tutti i dettagli sul sito del festival) ritroveremo i mitici Laurel e Hardy in un titolo della sezione Riscoperte e Restauri (Ladroni, uno dei pochissimi film in italiano della coppia, uscito nel 1930); spicca, nella sezione dei film delle origini il documentario di Jean Epstein La montagne infidèle, del 1923, con le impressionanti riprese dell'eruzione dell'Etna e del fiume di lava.

Al cinema muto italiano sarà reso omaggio nel film Italia. Il fuoco, la cenere di Céline Gailleurd e Olivier Bohler, con la voce narrante di Isabella Rossellini. Le Giornate celebreranno anche i 90 anni della Mostra di Venezia proponendo i film muti della prima edizione del 1932. Omaggio alla città che ha ospitato il festival “in esilio”, dal 1999 al 2006, le Giornate avranno un prologo a Sacile venerdì, alle 20.45, nel Teatro Zancanaro (in replica al Verdi di Pordenone il 6 ottobre) con la proiezione di Up in Mabel’s Room (Nella camera di Mabel, 1926) di E. Mason Hopper, con Marie Prevost, partitura musicale di Günter Buchwald, che sarà anche alla direzione della Zerorchestra. Grazie alla collaborazione con MyMovies, infine, anche quest’anno rimane la proposta online del festival, con una selezione di titoli dalle diverse sezioni e gli incontri con l’autore.

I commenti dei lettori