In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
la presentazione

La realtà a fumetti di Will Eisner: il Paff lo ricorda con 180 lavori

Dal 7 ottobre la mostra in cinque sezioni del grande disegnatore americano. Tavole, racconti e pubblicazioni che evocano i quartieri poveri di New York

cristina savi
1 minuto di lettura

William Eisner, un altro maestro mondiale del fumetto - dopo Moebius, Guarnido, Manara o i Matrvel & Dc, tanto per citarne alcuni - approda a villa Galvani di Pordenone con una mostra che ripercorre i passi della sua carriera e proietta il Paff! che la organizza (in collaborazione con 9ème Art Références di Parigi) in una dimensione sempre più internazionale, che sarà presto amplificata dal “suggello” del museo.

Esposti 180 originali - compresi tra tavole definitive e schizzi e 126 pubblicazioni d’epoca - dal 7 ottobre al 26 febbraio, in varie sale divise per “tema” che condurranno il visitatore alla conoscenza di uno dei grandi autori della storia del fumetto - non a caso sono intitolati a lui gli Eisner Award, equivalente del premio Oscar nel cinema - innovatore e anche imprenditore. Un itinerario in cinque sezioni fra opere che evocano le atmosfere dei quartieri poveri dove egli stesso ha vissuto - a Brooklyn, dov’era nato nel 1917 - si ispirano alla letteratura pulp, al cinema thriller e alla New York di quei tempi e influenzano ancora oggi molti autori contemporanei.

«Ci sono pochi nomi essenziali e imprescindibili nella storia del fumetto – ha sottolineato ieri il direttore artistico del Paff! Giulio De Vita durante la presentazione della mostra – di quelli che con il loro lavoro e arte hanno contribuito a trasformare un linguaggio di popolare sottocultura a un medium di primaria importanza, influente e determinante nella società dell'immagine moderna e uno di questi é Will Eisner».

Inizialmente illustratore umoristico e pubblicitario, a vent’anni Eisner fondò una delle prime società di produzione e distribuzione di fumetti, la Eisner-Iger Ltd, insieme all’editore Jerry Iger, acquisendo un successo immediato. Tuttavia, la vera notorietà arrivò con l’innovativo “The Spirit” (Denny Colt), che si discostava dai canoni dell’editoria contemporanea perché riusciva a coinvolgere più generi: thriller, erotico, violento, romantico, avventuroso, soprannaturale, satirico. Molto utilizzata da Eisner era la “splash page”, la tavola con un’unica grande vignetta, di forte impatto grafico e stretta interazione fra testo e disegni.

Tessendo le lodi della graphic novel, «espressione artistica necessaria che appartiene al contesto reale e non virtuale», l’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli ha parlato del Paff come «un’eccellenza del fumetto a livello europeo», capace di iniziative che attraggono anche dal punto di vista turistico oltre che culturale. Le ha fatto eco Alberto Parigi, assessore alla Cultura del Comune di Pordenone, evidenziando come la mostra di Eisner e quella del gigante della fotografia Elliot Erwitt, in arrivo a novembre, costituiranno, insieme, motivo di richiamo e stimolo «a fare rete per promuovere in modo sinergico le potenzialità della nostra città».

I commenti dei lettori