Permasteelisa nel progetto della centrale elettrica Battersea a Londra

Uno dei progetti Permasteelisa, Pnb 118 Kuala Lumpur

Il gruppo controllato dalla holding cinese Grandland si è aggiudicato una commessa da 70 milioni di euro per il progetto di riconversione della capitale britannica

VITTORIO VENETO. Il gruppo trevigiano Permasteelisa (controllato dalla holding cinese Grandland), specializzato nella produzione di rivestimenti architettonici, si è aggiudicato la realizzazione di 27 mila metri quadrati del progetto di riconversione della centrale elettrica Battersea Power Station, a Londra.

L'importo della commessa è di 70 milioni di euro. Il design ha richiesto la progettazione e la produzione di 2.900 cellule, con profilo in alluminio, dotate di tamponatura con doppiovetro, oppure opaca, tutte diverse tra loro.

L'operazione richiederà circa 18 mesi, coinvolgendo un numero medio di 70 professionisti dell'ufficio tecnico in Italia, per un totale di circa 600 disegni. La posa della prima cellula è prevista per il secondo trimestre 2019.

Situata sulla riva sud del Tamigi, Battersea Power Station offrirà soluzioni residenziali ad elevato standard qualitativo nel centro del distretto di Nine Elms. Al suo interno troveranno spazio circa 4.000 residenze, oltre 250 negozi, uffici e strutture per il tempo libero, bar, alberghi e ristoranti.
 

Gamberi in stecco con pistacchi e salsa di avocado

Casa di Vita