Unicredit, gli analisti vedono l’utile operativo a 1,49 mld

Jean Pierre Mustier, ceo Unicredit

In attesa dei conti ufficiali che saranno presentati domani, 7 agosto, il consensus delle case di investimento su Piazza Gae Aulenti è per ricavi stabili e utile netto in crescita del 3,2 per cento

MILANO. Unicredit riunisce oggi, 6 agosto, il cda per esaminare i conti del secondo trimestre. In attesa che domani, prima dell'apertura dei mercati, il ceo Jean Pierre Mustier li presenti alla comunità finanziaria gli analisti hanno elaborato un loro 'consensus'. I ricavi sono attesi stabili a 4,89 miliardi, l'utile operativo a 1,49 miliardi e l'utile netto in crescita, rispetto al secondo trimestre 2017, del 3,2% a 975 milioni di euro.

Tra le altre notizie riguardanti l’istituto guidato da Mustier, Unicredit, dopo gli attacchi di Caius Capital sui cashesdella banca, ha deciso di fare causa al gruppo inglese e ai suoi fondi. Nelle settimane scorse l’Eba ha stabilito che gli strumenti, a differenza di quanto sostenuto da Caius, sono regolari; Unicredit ha dunque ha iscritto a ruolo presso il Tribunale di Milano un atto di citazione contro Caius Capital e i fondi Caius, con cui ha chiesto il risarcimento di danni per circa 90 milioni.

«In conformità alla propria policy aziendale, la Banca non rilascia commenti sui procedimenti in corso». Lo precisa una nota di Unicredit, nella quale l’istituto conferma - come da comunicato del 20 luglio - di aver «iscritto a ruolo presso il Tribunale di Milano un atto di citazione contro Caius Capital e i fondi Caius, con cui ha chiesto il risarcimento di danni per circa 90 milioni di euro in conseguenza delle iniziative assunte nel corso degli ultimi mesi da Caius Capital e dai fondi sul tema dei cashes»

 

Patate ripiene di pomodori secchi e ricotta

Casa di Vita