Autostrade: «Siamo convinti di aver adempiuto a tutti gli obblighi»

Oggi si è riunito il cda di Autostrade, a seguire quello di Atlantia.  Il consiglio ha fatto un aggiornamento sugli accertamenti del crollo del viadotto Polcevera, sulle iniziative per le famiglie e le imprese colpite. Entro il primo di settembre la risposta al Mit

ROMA. Il cda di Autostrade per l'Italia, riunito oggi per un aggiornamento sulla vicenda del crollo di Genova, ha tra l'altro "preso atto degli elementi di confutazione alla lettera del Ministero delle Infrastrutture datata 16 agosto 2018 predisposti dalle strutture tecniche della società ed ha confermato il proprio convincimento in merito al puntuale adempimento degli obblighi concessori da parte della Società".

La società deve finalizzare la relazione attesa dal Mit per domani. Entro il primo settembre deve infatti presentare, circa il crollo del ponte a Genova, "una dettagliata relazione nella quale sia fornita chiara evidenza di tutti gli adempimenti posti in essere per assicurare la funzionalità dell'infrastruttura in questione e prevenire lo specifico evento accaduto", secondo la richiesta contenuta nella lettera del 16 agosto.

Il consiglio di Amministrazione di Autostrade per l’Italia si è riunito sotto la presidenza del dott. Fabio Cerchiai «per un aggiornamento - nelle more degli esiti degli accertamenti in corso relativi al crollo del viadotto Polcevera - in merito all’avanzamento delle iniziative condivise nell’adunanza del 21 agosto u.s.. In particolare, gli aiuti alle famiglie colpite che hanno interessato più di 200 nuclei familiari, le iniziative di ripristino della viabilità cittadina, le ulteriori iniziative di agevolazione del pedaggio e l’avanzamento del progetto di demolizione e ricostruzione del ponte» si legge nella nota.

Il Consiglio ed il Collegio Sindacale hanno rinnovato il proprio cordoglio per le vittime, il dolore per i feriti e la vicinanza all’intera comunità genovese ed alle Istituzioni.

Crespelle di ceci con carciofi e ricotta

Casa di Vita