Pasta Zara, i lavoratori respingono il piano

I dipendenti dell’azienda in concordato hanno dato mandato ieri alle organizzazioni sindacali, al termine di un'assemblea, di respingere le proposte avanzate dall'azienda relative al piano industriale da presentare al Tribunale di Treviso

TREVISO. L'assemblea dei lavoratori dello stabilimento di Riese Pio X (Treviso) di Pasta Zara ha dato mandato ieri alle organizzazioni sindacali, al termine di un'assemblea, di respingere le proposte avanzate venerdì scorso dall'azienda relative al piano industriale da presentare al Tribunale di Treviso, nel contesto del concordato preventivo in bianco in scadenza il prossimo 8 ottobre.

I vertici di Pasta Zara, in particolare, avevano chiesto fossero accettate le rinunce alla 14/a mensilità e ai premi di risultato per tutta la durata del piano di rilancio, quantificato in cinque anni. Nel progetto vi sarebbe anche il passaggio della produzione di Riese a regime di ciclo continuo. La posizione dei lavoratori sarà ufficialmente comunicata all'azienda, assieme agli esiti delle assemblee nelle sedi di Rovato (Brescia) e Muggia (Trieste) in un nuovo incontro fra sindacati e amministratori, previsto per il 10 settembre a Treviso.

Pane integrale alle erbe aromatiche e semi oleosi

Casa di Vita