Ordine Consulenti del Lavoro, Consiglio Provinciale di Udine

Ampliamento delle competenze per i Consulenti del lavoro

I Consulenti del lavoro, inseriti a pieno titolo nel 2019 nell’albo dei curatori fallimentari, con l’approvazione del nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, svolgono un ruolo fondamentale, sia in termini di competenze, sia di tutela dei rapporti di lavoro, attraverso la specifica conoscenza dei processi e delle regole in materia di diritto del lavoro, fiscalità e legislazione sociale.

Questa nuova attribuzione tiene conto del parere favorevole espresso dalla Commissione giustizia del Senato sull’atto di governo e delle competenze in materia di lavoro e fiscale, acquisite dagli oltre 26 mila iscritti che oggi assistono più di 1,5 milioni di piccole imprese e hanno in delega quasi 8 milioni di rapporti di lavoro. Il recente provvedimento inserisce i Consulenti del lavoro fra i soggetti che potranno essere chiamati dall’autorità giudiziaria a svolgere le funzioni di curatore, commissario giudiziale e liquidatore.

COLLABORAZIONE DEGLI ORDINI CON LA REGIONE FVG

La dott.ssa Alessia Rosolen, assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia e i Presidenti dei 4 Ordini dei Consulenti del lavoro del FVG, hanno stipulato a novembre 2018, in regione a Trieste, un ampio programma di collaborazione che comprende lo scambio di dati ed informazioni nel campo del mercato del lavoro (politiche attive e passive), l’implementazione di programmi di informazione per imprese e lavoratori, la realizzazione di progetti per riduzione infortuni, formazione continua, applicazione tirocini, sviluppo lavoro femminile, collocamento mirato ed integrazione stranieri. Verrà istituita anche una cabina di regia alla quale parteciperà un rappresentante per ognuno dei 4 Ordini dei CDL per individuare i campi d’intervento e renderli operativi.

CONSULENTE DEL LAVORO, UN ESPERTO IN RISORSE UMANE

Il Consulente del lavoro è immerso nel mondo delle relazioni umane essendo, per sua essenza, un mediatore fra datori di lavoro e lavoratori. Questo variegato mondo richiede al Consulente del lavoro la capacità di trovare soluzioni che si adattino all’esigenze, non solo di lavoro, ma spesso di anche vita. Chi opera in questo contesto deve possedere doti professionali e umane notevoli. Se le doti umane richieste dalla professione caratterizzano l’opera di ogni singolo Consulente, la professionalità deriva da un serio percorso di studio.

A dispetto di quanto in prima battuta possa sembrare, la giornata del Consulente del lavoro non si svolge mai statica dietro una scrivania “a far di conto”, tutt’altro, è ricca di stimoli, di novità e di intriganti sfide professionali. Per iscriversi all’Albo dei Consulenti del lavoro bisogna essere laureati in materie giuridico economiche, svolgere il praticantato di 18 mesi in uno studio di un Consulente e superare l’esame di stato che prevede prove scritte e orali in diritto del lavoro e legislazione sociale, diritto tributario, privato, pubblico, penale e ragioneria. L’esame si svolge una volta all’anno e il bando è pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

PARI OPPORTUNTÀ ALL’ATTENZIONE DELL’ORDINE DI UDINE

L’Ordine provinciale dei Consulenti del lavoro ha costituito al proprio interno la Commissione per le Pari Opportunità che promuove ed organizza eventi volti a focalizzare l’attenzione sulle eventuali situazioni di fragilità in ambito lavorativo. Il 29 gennaio scorso a Udine, presso l’Auditorium della Regione FVG, l’Ordine, con il patrocinio e la partecipazione di numerose autorità regionali, ha approfondito, nel corso di un evento molto partecipato, aspetti legati alla disabilità sul luogo di lavoro, attraverso l’analisi del divieto di discriminazioni e l’obbligo di accomodamento ragionevole delle posizioni lavorative, coniugando tali interventi nell’ottica di inclusione sociale dei lavoratori svantaggiati. Sono state perciò illustrate le possibilità agevolative e le opportunità d’inserimento lavorativo del disabile, quali strumenti di accrescimento per le imprese.

L’attenzione alle situazioni più fragili arricchisce ed orienta la professione verso una sensibilità che completa la tradizionale attività amministrativa.

GIOVANI PER I GIOVANI

L’Associazione Giovani Consulenti del lavoro di Udine conta 31 associati fra Consulenti abilitati e praticanti.

Fra gli obiettivi che l’Associazione si pone per il secondo triennio di attività, vi è senza dubbio il rafforzamento dei legami di confronto fra giovani colleghi e praticanti su temi e casi quotidiani che emergono in studio, la realizzazione di seminari e incontri su questioni di interesse, nonché l’affiancamento e il dialogo con i praticanti ai fini di un proficuo percorso di preparazione all’esame di abilitazione.

Da ultimo, l’Associazione ha avuto il piacere di presentare la Professione di Consulente del lavoro attraverso incontri con gli studenti, sia delle scuole superiori che universitari, con l’intento di trasmettere gli stimoli che inducono ad intraprendere una professione, i consigli utili a chi desidera affacciarsi ad un percorso formativo mirato ed i suggerimenti per costruire un ponte tra studio teorico e pratica giuslavoristica: giovani per i giovani.

COME SI DIVENTA CONSULENTI DEL LAVORO

- LA LAUREA

Il titolo di studio richiesto per diventare Consulente del Lavoro è la laurea triennale o quinquennale riconducibile agli insegnamenti delle facoltà di giurisprudenza, economia, scienze politiche, ovvero il diploma universitario o la laurea triennale in consulenza del lavoro.

- LA PRATICA

Oltre alla laurea è richiesto un periodo di 18 mesi di praticantato presso lo studio professionale di un Consulente del Lavoro. I primi sei mesi possono essere svolti anche durante il corso di laurea, a seguito della convenzione tra l’Università degli studi di Udine ed il locale Consiglio Provinciale dell’Ordine.

- L’ABILITAZIONE

Per poter esercitare la professione è necessario superare un esame di Stato che prevede prove scritte e orali nelle seguenti discipline: diritto del lavoro e legislazione sociale, diritto tributario, diritto privato, pubblico e penale, ragioneria. La verifica si svolge una volta l’anno e il relativo bando con le date è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

- L’ISCRIZIONE ALL’ALBO

Superato l’esame di Stato, è necessario iscriversi all’Albo tenuto al Consiglio territoriale dell’Ordine della provincia di appartenenza.

COMPETENZE IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA

• amministrazione del personale

• contrattualistica individuale e collettiva

• organizzazione del lavoro e gestione del personale

• assistenza relazioni sindacali aziendali

• gestione piani welfare aziendale

• consulenza e assistenza risoluzione rapporti di lavoro

• rappresentanza imprese e lavoratori nel contenzioso del lavoro

• asseverazione conformità contributiva e retributiva (asse.co.)

• pianificazione previdenziale

• sicurezza nei luoghi di lavoro

• ricerca, selezione e formazione personale - intermediazione domanda/ offerta di lavoro - politiche attive per il lavoro

 

COMPETENZE IN FISCALITÀ D’IMPRESA

• assistenza e rappresentanza contribuenti

• commissario liquidatore in enti cooperativi

• rappresentanza nel contenzioso tributario

• rilascio dei c.d. “visto pesante” e “visto leggero”

• esperti per gli studi di settore

• verifica agevolazioni innovazione industriale

• certificazione costi personale ricerca e sviluppo

• carica di sindaco nelle società commerciali

• attestazione spese sostenute per investimenti

• lotta al riciclaggio

• certificazione tributaria delle dichiarazioni dei redditi

• certificazione bilanci per rateazione agenzia entrate-riscossione

• componenti tavoli tecnici mef per riforma sistema fiscale

• inserimento albo dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui al codice della crisi e dell’insolvenza (codice crisi d’impresa)

 

ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO PROVINCIALE DI UDINE

Via dei Calzolai 4 - 33100 Udine - tel. e fax 0432-295892 - E-mail: cpo.udine@consulentidellavoro.it - PEC: ordine.udine@consulentidellavoropec.it

www.consulentidellavoro.ud.it - Orario segreteria: lunedì-mercoledì-venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

COMPOSIZIONE CONSIGLIO PROVINCIALE DI UDINE TRIENNIO 2017/2020

Presidente: Enrico Macor - Segretario: Silvia Bradaschia - Tesoriere: Alessandro Rizza - Consiglieri: Luca Balloch, Anna Monutti, Roberto Re, Micol Toffoletti - Revisori dei Conti: Mario Bertossi, Tommaso Donda, Alessandro Meneguzzi

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi