In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Sostenibilità alimentare

Le banche sostengono innovazione e qualità

Lucia aviani
Aggiornato 2 minuti di lettura

Di primo acchito possono sembrare sfere distanti, due mondi con improbabili occasioni d’interazione. Invece fra le politiche per la sostenibilità in campo alimentare e il comparto bancario il link c’è: anzi, il ruolo delle banche – dice Francesca Nieddu, direttore regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia di Intesa Sanpaolo, attesa all’Alfabeto del Futuro –, può rivelarsi fondamentale.

Innovazione, transizione green, alimentazione sostenibile: come si relaziona una banca a questi temi?

«È sempre più strategico valorizzare e proteggere le eccellenze che vantiamo in Italia in ambito agroalimentare, attivando sinergie e progettualità innovative e cercando ulteriori sbocchi commerciali.

In tal senso Intesa Sanpaolo, forte del presidio della Direzione Agribusiness sulle aziende del settore, continua a offrire il proprio supporto concreto sui temi chiave dell’innovazione di prodotto e di processo, con effetti che spaziano dalla fase di produzione a quella di trasformazione industriale e di commercializzazione.

Sosteniamo le iniziative del Piano nazionale di ripresa e resilienza con un grande impegno nella promozione degli investimenti green e digitali: mi riferisco, in particolare, al plafond da 3 miliardi di euro che interesserà – in accordo con Coldiretti – tutte le misure attraverso cui verrà attuato il programma delineato dal Pnrr in appoggio all’agrosistema; un’opportunità per aumentare la produzione agroalimentare stimolando innovazione tecnologica e sinergie di filiera».

Il vostro istituto riserva un’attenzione specifica alle imprese che operano nella transizione verso la sostenibilità?

«Sì, grazie al Programma sviluppo filiere. Lavoriamo costantemente per siglare accordi con i principali marchi alimentari italiani, per avere filiere sempre più sostenibili, che favoriscano i produttori attenti alla qualità, capaci di sviluppare progetti di innovazione con effetti evidenti a beneficio del made in Italy. Ne è un esempio il recente accordo siglato con la filiera della pizza Roncadin, che si inserisce in un quadro nazionale in cui Intesa Sanpaolo ha già avviato 170 contratti di filiera, per oltre 6.500 fornitori».

Come valuta la situazione del Nordest, sul piano dell’alimentazione sostenibile?

«Tra le grandi sfide per arrivare a un’alimentazione sostenibile resta il miglioramento della produttività. Nel Nord Est le aziende agricole che hanno effettuato almeno un investimento innovativo nel triennio 2018-2020 sono il 22,5% (in Fvg circa il 20%), una percentuale superiore alla media italiana (11%): le maggiori novità introdotte interessano la meccanizzazione di impianti e semina, l’irrigazione, la lavorazione del suolo e la lotta fitosanitaria; tuttavia si può fare di più, per esempio con l’introduzione di innovazioni su varietà, razze e cloni – per renderli più resilienti ai cambiamenti climatici – o con una gestione dei rifiuti in ottica circolare».

Come favorire l’innovazione nella filiera agroalimentare?

«L’adozione di processi di digitalizzazione sarà fondamentale: nel Nordest un terzo delle aziende agricole sono informatizzate (in Friuli Venezia Giulia il 29,4%), una percentuale quasi doppia rispetto alla media italiana (15,8%). Innovazione e digitalizzazione richiederanno competenze sempre più aggiornate e investimenti in capitale umano.

Il Pnrr potrà garantire supporto verso alcune linee di sviluppo fondamentali: sono 6, 8 i miliardi dedicati all’agro-alimentare, destinati agli investimenti per innovazione e meccanizzazione, logistica, agri-solare, sviluppo del biogas e del biometano e resilienza dell’agro-sistema irriguo». —
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori