Tina Modotti, una vita-capolavoro tra il Friuli e l'America

Di Tina Modotti, fotografa e attrice nata a Udine nel 1896, rimangono lettere, foto, gli scatti in cui venne ritratta da Edward Weston (suo maestro e amante), i murales nei quali fece da modella a Diego Rivera. Donna libera, emancipata, rivoluzionaria in senso politico e umano, anticonformista, partì dal Friuli per l’America a 17 anni e non tornò mai più. Morì nel 1942, sola, in un taxi di Città del Messico. Pablo Neruda le dedicò una poesia ("Tina Modotti ha muerto") poi incisa sulla tomba della donna. La sua vita, tra ostracismo e accettazione, è ora raccontata nella mostra "Maravee eros", al castello di Susans di Majano fino al 18 novembre.  Tina, un’avventura di libertà e di solitudine

Pane integrale alle erbe aromatiche e semi oleosi

Casa di Vita