In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Galletti: "Gli ecoreati saranno legge in poche settimane"

A Repubblica Tv il ministro dell'Ambiente assicura che l'iter parlamentare sio chiuderà in tempi rapidissimi. E parla anche di migranti, biologico, clima e inquinamento acustico

2 minuti di lettura
ROMA  -  La norma sugli ecoreati dovrà diventare legge nel giro di poche settimane. E' l'assicurazione che, a nome del governo, ha dato il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti in un videoforum su Repubblica. it: "Non importa se la Camera lo approva così com'è o se lo rimanda al Senato, l'importante è che questo provvedimento sia approvato nel più breve tempo possibile, parlo di settimane. Siamo di fronte a un evento storico: sono 20 anni che si cerca di inserire i reati ambientali nel codice penale".

Gli scenari possibili solo due, ha precisato il ministro. Nel primo, l'articolo che prevede il divieto dell'uso dell'air gun (la tecnica ad aria compressa per la ricerca di idrocarburi in mare che minaccia delfini e balene mettendone a rischio la capacità di orientamento) verrebbe modificato dall'aula di Montecitorio accogliendo le richieste avanzate dalle compagnie petrolifere; ma  -  ha assicurato Galletti - questo avverrebbe solo a patto di un accordo politico che preveda la rapida e definitiva approvazione della norma così modificata al Senato. Nel secondo scenario invece la legge riceverebbe semaforo verde la prossima settimana alla Camera senza che venga cambiata una virgola. Se si dovesse modificare l'articolo contestato  -  ha spiegato Galletti si ricorrerebbe a una "soluzione molto semplice: prima di fare la prospezione marina con questa tecnica si prepara uno studio della circolazione, di come si spostano i grandi cetacei, e la si usa solo quando si è sicuri di non creare problemi".

La seconda ipotesi è vista con preoccupazione dalle 20 associazioni ambientaliste che hanno condotto la campagna a favore della legge sugli ecoreati. "Se torna in Senato si rischia perché la maggioranza a favore è risicata e nelle commissioni Ambiente e Giustizia c'è un prevalente dissenso a partire dai presidenti. Inoltre alcuni senatori del Pd non vogliono gli ecoreati nel codice penale", sostiene Stefano Ciafani, vicepresidente di Legambiente.

Il ministro dell'Ambiente ha toccato anche altri temi di grande attualità. Eccone una sintesi.
Barconi dei migranti. Affondare in mare aperto i barconi dei trafficanti di uomini e donne in fuga da guerra e fame dopo aver messo in salvo i migranti? L'ipotesi che circola in queste ore è stata respinta con decisione da Galletti: "Se affondassimo i barconi in acque internazionali violeremmo almeno tre convenzioni, quella di Barcellona, quella di Londra e quella sulla rimozione dei relitti in mare. Rischieremmo di produrre un danno ambientale grave, con il carburante contenuto nelle stive che potrebbero arrivare sulle nostre coste. No, meglio rimorchiarli, farli arrivare nei porti creando una filiera produttiva per lo smaltimento di queste navi".
Il bio a Expo. L'Italia ha il primato del cibo biologico ed Expo deve essere una vetrina in grado di valorizzarlo. "Nel padiglione Italia porteremo il cibo biologico e la nostra biodiversità, con i parchi che la rappresentano offrendo la possibilità di lavoro a 700 mila imprese". E se una multinazionale sostiene proprio a Expo che il fast food è meglio della pizza? "Sbaglia. E voglio ricordare che proprio la scorsa settimana siamo riusciti a inserire la pizza nel patrimonio mondiale dell'Unesco".
Clima. "C'è già una sensibilità elevatissima in Italia sui temi ambientali. Proveremo a coordinare i vari provvedimenti  -  dagli ecoreati al consumo del suolo - nel green act che avrà come obiettivo tutti gli interventi di contrasto ai cambiamenti climatici. Occorre intervenire su tutti i settori: industria, trasporti, riscaldamento".
Inquinamento acustico. Nei quartieri in cui a causa della movida si registra un rumore superiore a quello consentito in fabbrica "occorre dare linee guida che i Comuni dovranno applicare".