Un bando per il futuro dei villaggi rurali: un’opportunità per sperimentare e innovare

Un bando per il futuro dei villaggi rurali: un’opportunità per sperimentare e innovare
La Commissione Ue lancia il bando Smart Rural 21 per promuovere e ispirare strategie di “smart village” in Europa. C’è tempo per candidarsi fino al 5 maggio
2 minuti di lettura

Il lockdown è una realtà in tutto il mondo, e oggi lo sforzo che dobbiamo saper fare è immaginare il futuro, per tornare a vivere le nostre regioni. Preparare una candidatura, oggi, significa anche partecipare a un'idea di sviluppo e di cambiamento; si riesce a farlo anche in modalità da remoto, collaborando a distanza.

La Commissione Europea - DG AGRI - propone, con il bando Smart Rural 21, l'obiettivo generale di promuovere e ispirare i villaggi nel sviluppare e attuare approcci e strategie di smart village in Europa, per ricercare esperienze positive e sostenere i futuri interventi della Politica Agricola Comune dedicata al tema dei villaggi intelligenti, attraverso le azioni dedicate allo sviluppo rurale.

La data entro la quale presentare la candidatura è il 5 maggio 2020: un'occasione per individuare in tutta Europa dodici potenziali Smart Village; comuni che puntano su innovazione e partecipazione locale per realizzare strategie e approcci smart che possono essere di esempio ad altre realtà italiane ed europee.

Cinque villaggi sono già stati selezionati in Francia, Finlandia, Grecia, Irlanda e Repubblica Ceca mentre fino al 5 maggio sarà possibile candidarsi per unirsi al gruppo degli Smart Village che saranno al centro del progetto. Un modo per creare una rete di 17 villaggi europei  per sviluppare una sperimentazione e mettere in pratica gli approcci e le strategie di smart village in tutta Europa, traendo dall'esperienza concreta delle città delle indicazioni utili per gli interventi locali della futura Politica Agricola Comune, oltre che approfondire possibili connessioni con altri strumenti europei e nazionali di finanziamento di azioni innovative.

I comuni selezionati riceveranno supporto da parte di esperti nazionali ed europei sullo sviluppo e la realizzazione di strategie locali innovative, visiteranno altre realtà europee di simili dimensioni e parteciperanno a iniziative europee di formazione, come la Smart Village Academy, e avranno la possibilità di essere partecipi di eventi europei in cui poter promuovere le proprie azioni innovative e confrontarsi con istituzioni europee e altri network urbani.

Quali sono i criteri per entrare nella selezione? I candidati ideali per far parte del gruppo di comuni pionieri impegnati nella sperimentazione di approcci innovativi sono quei centri fortemente motivati a intraprendere un percorso integrato verso l'applicazione dei principi smart nel proprio contesto locale, dotati possibilmente di una capacità tecnica di base (connessione alla banda larga, buona dotazione di spazi pubblici e centri di comunità) che consenta di poter sviluppare azioni di impatto sulla vita dell'intera comunità. La capacità di sviluppare azioni e progetti innovativi può costituire un elemento importante, come anche la volontà di stabilire relazioni e scambi con altre realtà europee.

Un'opportunità per allargare la visione e mettere alla prova la capacità di innovare il territorio investendo nel capitale locale: una sfida in cui sperimentare la forza delle azioni dal basso, capaci di mobilitare la comunità con un obiettivo che parla di futuro. Un orizzonte che può significare estendere le azioni previste con la Strategia nazionale per le aree interne e reagire ai rischi rappresentati dallo spopolamento e dalla marginalizzazione dei territori.

Significa tradurre gli obiettivi di sviluppo sostenibile applicandoli a una realtà rurale, ricercando quegli aspetti che possono rafforzare le politiche legate allo sviluppo locale e alla multifunzionalità dell'agricoltura.

Il futuro dell'Europa, oggi più incerto che mai, è anche questo e lo sforzo da compiere è proprio quello di reagire all'epidemia e uscire dalla crisi cercando occasioni che siano in grado di dare risposte e prospettiva, cogliendo le opportunità di finanziamento e innestando nuove competenze.

Occorre mettere in campo l'intelligenza e la competenza per voltare pagina e creare le basi per un futuro nuovo: questa l'idea di base per creare, oggi, uno smart village.

Qui il link al progetto per compilare la call (https://form.jotformeu.com/E40/smart-rural-application)