Gb, un piano da 2 miliardi per la mobilità a piedi e in bici

1 minuti di lettura
(reuters)
Un pacchetto di incentivi e spese per due miliardi di sterline (2,26 miliardi di euro) è stato annunciato dal governo britannico per favorire gli spostamenti senz'auto e per consentire il rispetto del distanziamento sociale sui mezzi pubblici. Il ministro ai trasporti, Grant Shapps, ha detto che la bicicletta e gli spostamenti a piedi saranno "al centro" della politica dei trasporti del Regno Unito.

"Anche con il ritorno del trasporto pubblico ad un servizio completo, una volta presa in considerazione la regola dei 2 metri di distanza fra le persone, ci sarebbe solo una capacità effettiva per un passeggero su dieci in molte parti della nostra rete - solo un decimo della vecchia capacità", ha detto Shapps. "Far muovere di nuovo la Gran Bretagna, senza sovraffollare la nostra rete di trasporto, richiederà a molti di noi di pensare molto attentamente a come e quando viaggeremo".

Secondo il ministro, il nuovo piano ciclistico nazionale del governo - che sarà introdotto all'inizio di giugno - mirerà a raddoppiare l'uso della bicicletta e ad aumentare gli spostamenti a piedi entro il 2025. Saranno anche messi in atto "piani di emergenza rapidi", tra cui piste ciclabili a scomparsa, marciapiedi più ampi per i pedoni e corsie ciclabili e corsie riservati ai soli autobus.