Se il glitter fa la "festa" all'ambiente: rischio inquinamento dopo i risciacqui

Uno studio certifica come il glitter, comprese le nuove versioni biodegradabili, possa essere dannoso per gli ecosistemi dimezzando per esempio la crescita delle radici delle lenticchie d'acqua
2 minuti di lettura
Se mal gestito il glitter finisce per fare la "festa" all'ambiente. Amato per decorare vestiti, nonché per uso cosmetico e body paint, il materiale è costituito soprattutto da plastica, creato con un film di poliestere e rivestito con alluminio e altra plastica. Se finisce nelle acque degli ecosistemi, dopo lavaggi e risciacqui, ha un impatto nocivo per gli habitat d'acqua dolce contribuendo in certi casi a dimezzare la crescita di alcune radici. I ricercatori inglesi della Anglia Ruskin University hanno spiegato nello studio "All that glitters is litter? Ecological impacts of conventional versus biodegradable glitter in a freshwater habitat", pubblicato sul Journal of Hazardous Materials, come impatta il glitter di cui facciamo uso. "Dopo 36 giorni la presenza di glitter dimezzava la lunghezza delle radici delle lenticchie d'acqua (Lemna minor), mentre i livelli di clorofilla nell'acqua erano tre volte inferiori rispetto alle condizioni di controllo, indicando livelli ridotti di fitoplancton o microalghe" si legge nello studio.

Il problema è che anche l'alternativa al glitter più comune, ovvero quelli che affermano di essere biodegradabili e meno impattanti e con un contenuto di plastica inferiore, creano potenzialmente gli stessi danni dopo che laviamo i nostri abiti luccicanti in lavatrice o dopo un risciacquo del trucco indossato. Fra le versioni biodegradabili prese in esame ci sono ad esempio quelle costituite da un un nucleo di cellulosa rigenerata modificata (MRC) di solito proveniente da alberi di eucalipto e rivestita da alluminio (proprio per il desiderato effetto glitter) e altri strati sottili di plastica, oppure la cosiddetta "mica glitter" (dal nome del minerale).
Secondo il team di ricercatori guidato da Dannielle Green sia l'Mrc che la mica glitter possono avere effetti impattanti sulla lunghezza delle radici delle lenticchie d'acqua esattamente come il glitter classico. "L’unica differenza significativa è stata un duplice aumento dell'abbondanza di lumache di fango della Nuova Zelanda (Potamopyrgus antipodarum) nell’acqua contenente il glitter Mrc biodegradabile" scrivono gli scienziati, ricordando che le lumache citate sono una specie invasiva in Europa che può danneggiare le specie autoctone degli ecosistemi. "Il nostro studio è il primo a esaminare gli effetti del glitter in un ambiente di acqua dolce e abbiamo scoperto che sia il glitter convenzionale che quello alternativo possono avere un grave impatto ecologico sugli ecosistemi acquatici in un breve periodo di tempo" spiega Green.

"Tutti i tipi, compresi i cosiddetti glitter biodegradabili - conclude la ricercatrice - hanno un effetto negativo su importanti produttori primari che sono la base della rete alimentare, mentre i glitter con un nucleo di cellulosa biodegradabile hanno un impatto aggiuntivo nell’incoraggiare la crescita di una specie invasiva. Riteniamo che questi effetti potrebbero essere causati dal percolato del glitter, forse dal rivestimento in plastica o da altri materiali coinvolti nella loro produzione, e la nostra ricerca futura esaminerà questo aspetto in modo più dettagliato".