L'intervista

"L'ecologia e le persone, ecco i nostri obiettivi"

"L'energia pulita va nella direzione di un'economia in linea con l'ecologia integrale"
1 minuti di lettura
È urgente annullare le diseguaglianze, altrimenti le società non ripartono. Lavorare meno per lavorare tutti e avere più spazi di vita, con uno stile basato sull'ecologia. Parola di Alessandra Smerilli, suora simbolo della fiducia che la Chiesa di Papa Francesco sta riponendo nelle donne. Classe 1974, Salesiana, docente di Economia politica, è stata nominata da Bergoglio coordinatrice della squadra economica anti-Covid. Al di qua del Tevere la ministra della Famiglia e delle pari Opportunità Elena Bonetti l'ha voluta nella task force "Donne per un nuovo Rinascimento", con il compito di elaborare proposte per ricostruire l'Italia.

Suor Smerilli, qual è la strategia per la ripresa?
"La nostra preoccupazione dovrebbe essere per il livello dei consumi dei poveri. Le differenze di  standard di vita sono più importanti delle differenze di reddito".

Perché?
"Perché una società dove le diseguaglianze economiche, digitali e di istruzione sono troppo elevate non si sviluppa. Anche i benestanti presto non lo saranno più se non ci sarà una maggiore equità".

Con quali linee guida occorre ripartire?
"Quelle dell'ecologia integrale: attenzione alla persona, alle relazioni e all'ambiente".

Ci illustra?
"Investimenti in ricerca e sviluppo, nelle infrastrutture per la connettività, in energia pulita, vanno nella direzione di un'economia in linea con l'ecologia integrale. Inoltre occorre armonizzare professione e cura dei propri spazi di vita. Fisici, psicologici e spirituali. Con il sostegno della politica e delle imprese".

Che cosa significa?
"Strumenti come quelli del welfare aziendale possono essere usati senza costi aggiuntivi per lo Stato. Il full time potrebbe avere la consistenza quantitativa del part time di oggi, dando opportunità di lavoro a più persone che allo stesso tempo avranno la possibilità di dedicarsi anche alla cura gli uni degli altri nella famiglia e sul territorio, al volontariato e allo sport".

Quali potranno essere i benefici?
"Riducendo le ore davanti a un pc o alle catene di montaggio può crescere la qualità della vita, e così anche la predisposizione a una maggiore produttività di ogni impiegato".