Economia

L'aumento dei prezzi potrebbe dare il colpo di grazia al consumo di carne

Un balzo dei prezzi della carne sta costringendo le famiglie dagli Usa alle Filippine a comprare di meno, proprio mentre sta prendendo piede una tendenza verso un'alimentazione a base vegetale. In Italia e in Europa la situazione è più variegata
2 minuti di lettura

Negli Stati Uniti, le vendite di carne nei negozi di alimentari sono diminuite di oltre il 12% rispetto a un anno fa. In Europa, si prevede che la domanda complessiva di carne bovina diminuirà dell'1% quest'anno. E in Argentina, patria di una delle popolazioni più carnivore del mondo, il consumo di carne bovina pro-capite è diminuito di quasi il 4% dal 2020.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori