In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
NON SPRECARE

Caldo, poche regole (ma buone) per una casa più fresca senza sprechi

Caldo, poche regole (ma buone) per una casa più fresca senza sprechi
Un uso ragionevole del condizionatore e qualche altra accortezza possono aiutare a contrastare l'afa estiva risparmiando in bolletta
2 minuti di lettura

Come si affronta il caldo senza sprecare soldi e salute? Mai come in questo caso uno stile di vita ispirato all’idea di evitare gli sprechi, materiali e immateriali, si declina attraverso la chiave del buonsenso, di un ragionevole equilibrio tra le buone e antiche abitudini, e le nuove opportunità che offre la tecnologia. Partiamo da un presupposto: diffidate dagli estremisti. Sia quelli che vorrebbero affrontare il caldo tropicale, specie in alcune zone, con l’alito del vento sciroccoso, e poi magari, di nascosto, smanettano con impianti di raffreddamento super moderni. Sia chi considera inevitabile l’uso compulsivo del condizionatore (che tra l’altro è già presente nel 40% delle case degli italiani), al quale affida la sua battaglia contro il caldo. Ignorando i rischi e le controindicazioni.

Dunque, la chiave è nell’equilibrio. Esistono luoghi, giornate e orari, durante i quali l’uso del condizionatore non solo è inevitabile, ma persino indispensabile. Chi si sognerebbe di lasciare una persona anziana solo con una finestra aperta in una stanza dove si soffoca? Avete presente che cosa significa stare in casa in alcune località del Sud Italia quando le temperature superano i 40 gradi? Una volta chiarito dove, come e quando serve il condizionatore, allora la ragionevolezza, niente di più, ci deve indurre a usarlo cum grano salis. Cinque mosse e tutto diventa semplice.

 

L’apparecchio va montato in alto e non sopra la nostra testa: l’ideale è avere nella stessa stanza anche una pala che si alterni con l’aria condizionata. Guai a tenere accesso il condizionatore H24 o anche solo tutta la notte: state sprecando costosa energia elettrica, ma innanzitutto rischiate una bella bronchite estiva. Non c’è bisogno di trasformare l’ambiente raffreddato in una cella frigorifero, e la differenza tra la temperatura esterna e quella interna non deve superare i 6 gradi. Infine, una buona manutenzione è sinonimo di risparmio e di sicurezza: i filtri vanno lavati ogni anno (solo acqua e sapone) e cambiati quando è necessario.


E passiamo ai rimedi naturali, che sicuramente non vanno sottovalutati se le temperature, e le vostre condizioni fisiche, lo permettono. Anche in questo caso la differenza la possono fare cinque semplici gesti. La tecnica naturale più efficace contro il caldo risale alle nostre nonne, maestre di una speciale architettura casalinga per creare, durante l’estate, dei corridoi d’aria, attraverso i quali la frescura passa da una stanza all’altra.


Chiudete persiane e tapparelle durante le ore del giorno, quando il calore si accumula in casa: si calcola una diminuzione della concentrazione del caldo, all’interno della casa, attorno al 30%. Largheggiate con piante e fiori, in qualsiasi spazio esterno del quale disponete: aiutano a proteggervi in modo naturale dal caldo. Evitate un uso eccessivo degli elettrodomestici nelle ore più calde, e anche in cucina, nei vostri menu da preparare, tenete presente le temperature che state affrontando e rinunciate, per esempio, a un uso eccessivo del forno. Infine, accontentatevi della luce naturale fino all’ultimo secondo, e accendete le luci artificiali solo quando non ne potete più fare a meno. Ancora una volta avrete meno caldo e un risparmio in bolletta.

Nonsprecare.it