Biodiversità

L'invasione del velenoso pesce scorpione nel Mediterraneo: ecco il 'piano' per arginarlo

Un pesce scorpione (Pterois miles) nelle acque del Mediterraneo. Marine and Environmental Research (MER) Lab
Un pesce scorpione (Pterois miles) nelle acque del Mediterraneo. Marine and Environmental Research (MER) Lab 
L’allarme dei ricercatori: "A Cipro fino a 40 esemplari in una singola immersione". Così, senza predatori naturali, la specie rischia di diffondersi. Con danni sugli ecosistemi e rischi per l’uomo. Ma per ridimensionarla, favorendo anche il consumo delle sue carni, è pronta una task-force
3 minuti di lettura

Bisognerà ingegnarsi per arginare la diffusione incontrollata nel Mediterraneo di una delle più temibili specie alienePterois miles, il pesce scorpione. Anche perché - complice il potentissimo veleno secreto dalle ghiandole sul dorso, collegate agli aculei della pinna dorsale – il “lionfish” sembrerebbe non avere ostacoli alla sua proliferazione esponenziale, già certificata nell’area orientale del Mare Nostrum.