Riscaldamento globale

Shopping, cibo, trasporti: la nostra quotidianità che può fermare il cambio climatico

L'emergenza clima ha bisogno di decisioni politiche ed economiche, ma anche ciascuno di noi può contribuire a ridurre le emissioni CO2 con prodotti e abitudini rispettosi dell'ambiente. Perché il singolo non incide, ma la comunità conta
3 minuti di lettura

Cosa può fare ciascuno di noi di fronte all’emergenza climatica? Mai forse come nelle ultime settimane anche tra le persone comuni si è diffusa la percezione di quanto sia una realtà il riscaldamento globale. E non tanto per i rapporti scientifici, come quello reso pubblico dall’Ipcc a inizio settimana che  conferma la gravità di una situazione già nota da tempo agli studiosi, quanto per le manifestazioni più evidenti dell’innalzamento delle temperature globali: i 50 gradi sfiorati in Sicilia pochi giorni fa e addirittura in Canada il mese scorso, le inondazioni che hanno sconvolto la Cina e il Centro Europa, gli incendi che mandano in fumo migliaia di ettari di boschi, dalla Calabria alla Siberia passando per...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori