In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Noi e l'ambinete

Il riscaldamento green è possibile: occhio ai dettagli. E non esagerate

Il riscaldamento green è possibile: occhio ai dettagli. E non esagerate
Non serve una temperatura tropicale in casa mentre fuori si gela. Tenendo a mente questo e pochi altri accorgimenti l'inverno al caldo sarà più sostenibile. E più economico
1 minuti di lettura

Da qualche settimana in diverse regioni italiane è arrivato il freddo. Molti sono corsi ai ripari con stufette e borse dell'acqua calda, e chi può ha già acceso i termosifoni. Ma c'è un modo green di riscaldare le nostre abitazioni? Facciamo una premessa: la nostra casa non deve riprodurre l'ecosistema tropicale. Se manteniamo le temperature oltre i 22 °C e giriamo in mutande mentre fuori infuria il gelo facciamo male a noi stessi oltre che all'ambiente.


Tuttavia, anche il normale riscaldamento può rivelarsi problematico e poco green. Una delle opzioni in apparenza più sostenibili è la caldaia a biomassa, che genera calore tramite combustibili rinnovabili di origine vegetale come legna e pellet. È vegetale, quindi green, giusto? Nì. Produce comunque CO2 in fase di combustione, e se non prestiamo attenzione ai dettagli rischiamo di ottenere performance ambientali peggiori delle caldaie a gas. Sia carburante che impianto di riscaldamento devono essere di ottima qualità, certificati e di ultima generazione. Sono da preferire gli apparecchi chiusi e a carica automatica a quelli aperti e a carica manuale. Dobbiamo tenere d'occhio anche la provenienza del carburante: come sappiamo, il trasporto di merci genera molte emissioni. Più la legna viene da lontano, più inquina. Se non ce la sentiamo e vogliamo rimanere fedeli alla caldaia, un'opzione più sostenibile è la caldaia a condensazione. I fumi generati dalla combustione rimangono più a lungo all'interno dell'apparecchio sotto forma di vapore acqueo, ottimizzando il processo di riscaldamento.


Se abbiamo la possibilità di realizzare lavori strutturali, approfittiamo dei Bonus statali e installiamo una pompa di calore. Questa tecnologia sfrutta il calore presente nell'aria, nel sottosuolo o nell'acqua di falda e la trasferisce al nostro impianto di riscaldamento. Nessuna combustione, quindi, e un utilizzo contenuto di energia elettrica. Non solo: in estate possiamo invertire il ciclo di funzionamento e ottenere acqua ed aria fresche. Una soluzione per tutte le stagioni! L'investimento iniziale può essere oneroso, ma il risparmio economico sul lungo termine ci ripagherà. Possiamo inoltre beneficiare dell'Ecobonus al 65%, e fino al 30 giugno 2022 anche del Superbonus: una detrazione dalle tasse del 110% delle spese sostenute se otteniamo il doppio salto di classe energetica certificato dall'Ape. E se la classe energetica sale, il valore dell'immobile aumenta. La sostenibilità ambientale conviene sempre.

Come fare

  1. La caldaia a condensazione riduce le emissioni e ci fa risparmiare in bolletta. Quella a biomassa non usa gas, è economica ma produce CO2. Attenzione ai dettagli.
  2. Pompa di calore: un intervento strutturale che ci permette di azzerare le emissioni.
  3. La regola aurea: non surriscaldiamo gli ambienti domestici, indossiamo abiti più pesanti.