Il caso

Le fragole spaccano la Spagna, gli ecologisti contro l'Andalusia: "Distrugge il parco più bello"

(foto: Wwf)
(foto: Wwf) 
Le coltivazioni illegali drenano l'acqua dalla riserva della Doñana il governo di Siviglia vuole autorizzarl e ma scoppia la battaglia politica
1 minuti di lettura

MADRID - È allarme rosso per chi ha a cuore il Doñana, parco naturale spagnolo più volte minacciato da interessi e attività considerate pericolose per il suo fragile ecosistema. Rosso come le fragole prodotte in quantità industriale tutto intorno a quest'area protetta. Un tipo di coltivazioni per le quali da molto tempo c'è chi è disposto a commettere illeciti, come l'estrazione illegale di acqua sotterranea, che danneggia il territorio e le specie viventi della zona.