In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Packaging

Un'azienda americana è pronta a vendere la prima bottiglia d'acqua biodegradabile

(foto: Cove.co)
(foto: Cove.co) 
L'annuncio della Cove di Los Angeles dopo anni di tentativi: produrrà milioni di contenitori in PHA e altri ingredienti, bottiglie capaci di "scomparire" in cinque anni
1 minuti di lettura

Bottiglie per l'acqua che in cinque anni spariscono completamente nell'ambiente. La sfida di Cove, azienda statunitense che dal 2017 insegue il sogno di realizzare bottiglie per l'acqua completamente biodegradabili, per aiutare così la battaglia contro l'inquinamento da plastica, sembra finalmente vedere la luce in fondo al tunnel. Il ceo dell'impresa, Alex Totterman, ha annunciato che le bottiglie Cove sono infatti ormai pronte per essere lanciate sul mercato: nei prossimi mesi arriveranno in supermercati e negozi al costo di 2,99 dollari a recipiente.


A vederli, questi cilindri sottili e robusti di colore bianco, dotati di tappo, sembrano comuni contenitori per liquidi: in realtà, raccontano dalla ditta di Los Angeles, sono il frutto di una lunghissima ricerca per riuscire a sostituire i classici imballaggi con altri che non inquinano il Pianeta.
 
Si tratta infatti di bottiglie "completamente biodegradabili" sostiene il ceo, capaci in cinque anni di degradarsi nell'acqua o nel suolo. Il principio alla base di queste bottiglie è l'uso di PHA, poliidrossialcanoati, polimeri poliesteri termoplastici che vengono sintetizzati da vari generi di batteri attraverso la fermentazione di zuccheri o lipidi. Un sistema già usato per la produzione di diverse bioplastiche, ma che Cove ha perfezionato garantendone la biodegradabilità e la resistenza.
 

Il processo inizia dalle cucine di ristoranti o catene alimentari: lì grazie a una collaborazione con RWDC Industries, industria chimica, viene raccolto l'olio scartato e poi fermentato in PHA, successivamente vengono realizzati minuscoli pellet, granuli di bioplastica, e aggiunto quello che viene definito come un "ingrediente segreto". Dopo un processo che include il passaggio per macchinari che tolgono l'umidità e modellano il materiale fino a ottenere le bottiglie, l'ultimo passo sono le scritte: etichette ed istruzioni vengono realizzate con un inchiostro a base di alghe, destinato alla biodegradazione.

 
Se funzionerà, se davvero le bottiglie di Cove rispetteranno gli standard promessi, potrebbe essere una piccola rivoluzione nella lotta all'inquinamento da plastica, materiale estremamente difficile da riciclare. Restano però molti dubbi: da anni diverse multinazionali (compresa Coca-Cola) tentano di ideare contenitori prodotti da scarti vegetali, che siano biodegradabili o compostabili, ma finora risultati utili alla grande distribuzione non sono arrivati.  

La stessa Cove sta tentando da anni il lancio di questi contenitori, ma fra pandemia, crisi energetica e difficile approvvigionamento di ingredienti e macchinari, ha sempre rimandato. Ora però si dice pronta a produrre 20 milioni di bottiglie all'anno, anche se sul cammino delle bottiglie amiche dell'ambiente potrebbero esserci ancora molti ostacoli: dalla legislazione californiana che classifica il PHA come plastica limitando i quantitativi di produzione, fino ai prezzi delle materie prime che oscillano. Infine, anche un dubbio relativo agli acquisti: davvero i consumatori acquisteranno bottiglie più care e biodegradabili anziché continuare con i classici contenitori riutilizzabili?