In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Ambiente

Quanto inquinano gli acceleratori di particelle? Lo studio del Cern

FCC Study@CERN
FCC Study@CERN 
La comunità scientifica inizia a valutare, oltre alle prestazioni, anche gli impatti ambientali dei grandi acceleratori di particelle
1 minuti di lettura

Si chiama Fcc, acronimo di Future Circular Collider, e, se e quando verrà effettivamente realizzato, sarà il più grande acceleratore di particelle al mondo. Più grande perfino di Lhc, lo strumento con il quale gli scienziati del Cern di Ginevra sono riusciti a individuare il bosone di Higgs dieci anni fa, che con i suoi 27 chilometri di circonferenza piccolo non è. Ma nella progettazione del nuovo acceleratore non contano solo le dimensioni: fisici e ingegneri cominciano infatti a tener conto anche dell'impatto ambientale derivante dalla costruzione e dal funzionamento di macchine così grandi e complicate. Quasi un dovere, nel momento in cui i grandi della Terra sono riuniti in Egitto, alla Cop27, per confrontarsi sulle sfide climatiche ed energetiche del pianeta.

 

Uno studio appena pubblicato sulla rivista The European Physics Journal Plus, a firma proprio degli esperti del Cern, ha valutato il consumo energetico e l'impatto ambientale di diversi tipi di acceleratori di particelle, mostrando che l'attuale progetto di Fcc è effettivamente il più "sostenibile", dal momento che dovrebbe consumare solo un sesto dell'energia rispetto ad altri progetti. Un risparmio niente male, insomma.
 

Gli acceleratori come Lhc e Fcc sono considerati "fabbriche di Higgs", proprio in virtù del fatto che vi si riescono a produrre bosoni di Higgs con i quali si cerca di studiare e caratterizzare la nuova fisica. Le fabbriche di Higgs alternative a Fcc considerate nello studio appena pubblicato sono il Circular Electron Positron Collider (Cepc) cinese, lo International Linear Collider (Ilc) giapponese, il Compact Linear Collider (Clic) del Cern e il Cool Copper Collider (C3) statunitense (Ilc, Clic e C3 sono acceleratori lineari, a differenza di Lhc, Fcc e Cepc che sono circolari): gli scienziati ne hanno valutato l'impatto ambientale considerando quanta energia consumerebbero, in media, per ogni bosone di Higgs prodotto. "Questa scelta ha senso", ha commentato a Nature Patrick Janot, fisico del Cern, "perché la possibilità di fare nuove scoperte è direttamente collegata al numero di bosoni di Higgs prodotti". In generale, gli acceleratori circolari tendono ad avere un consumo di energia annuale simile a quello degli acceleratori lineari, ma generano bosoni di Higgs più velocemente, quindi in teoria possono "produrre" più scienza in meno tempo.


Ed ecco i numeri: secondo l'analisi, Fcc consumerebbe circa 3 megawattora di elettricità per ogni bosone di Higgs prodotto, seguito subito dopo da Cepc con 4,1 megawattora. Gli acceleratori lineari hanno performance leggermente peggiori, e la classifica è chiusa da C3 con i suoi 18 megawattora per bosone. Bisogna però tener conto del fatto che ci sono anche altri costi ambientali non inclusi nell'analisi, tra cui le emissioni derivanti dalla costruzione delle nuove strutture e dalla dismissione di quelle precedenti e da quelle derivanti dai rivelatori.