In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Tecnologia

Il prototipo di tessuto con 1200 celle solari per ricaricare cellulari

Il prototipo di tessuto con 1200 celle solari per ricaricare cellulari
Un gruppo di ricercatori della Nottingham Trent University ha realizzato un vero e proprio tessuto capace di ricaricare smartphone o smartwatch. SI può anche lavare in lavatrice
2 minuti di lettura

Un capo di abbigliamento agghindato con pannelli solari, per ricaricare il cellulare, sarebbe abbastanza ridicolo e scomodo, ma se le celle solari fossero minuscole e parte della trama probabilmente saremmo di fronte a un prodotto degno di interesse per molti consumatori. Un gruppo di ricercatori della Nottingham Trent University è riuscito a trasformare questa aspirazione in realtà: 1.200 celle solari sono state incorporate in un tessuto intrecciato per alimentare potenzialmente uno smartwatch o uno smartphone


Dal punto di vista prestazionale, semplicemente sfruttando la luce solare, il sistema è in grado di generare 400 milliwatt (mWatt) di energia. Appunto sufficienti per la ricarica (magari un po' lenta) di gadget di diverso tipo. Theodore Hughes-Riley, professore associato del dipartimento di Electronic Textiles presso la Nottingham School of Art&Design, ha supervisionato l'intero progetto e co-firmato la pubblicazione della relativa ricerca scientifica.


Sicuramente ci vorrà ancora un po' di tempo per trasformare il prototipo in prodotto, ma i risultati ottenuti sono incoraggianti. Prima di tutto sono state impiegate celle solari personalizzate che misurano cinque millimetri di lunghezza e 1,5 millimetri di larghezza, saldate successivamente su fili di rame e poi incapsulate in una resina polimerica impermeabile. Dopodiché è bastato filarle nella trama e si è ottenuto un tessuto di 51x27 cm, per di più traspirante e chimicamente stabile poiché tutte le celle solari sono realizzate in silicio. I ricercatori sostengono che indossando un'ipotetica maglia di questo materiale non si noterebbe la differenza rispetto a una comune.


Il cosiddetto e-textile potrebbe quindi essere impiegato per realizzare una giacca, una maglietta o un altro capo di abbigliamento, ma anche accessori di diverso tipo come ad esempio uno zaino o una borsa. Il sistema e il cablaggio impiegati sono sufficientemente robusti e flessibili da consentire qualsiasi stropicciamento; per di più il tessuto può essere lavato in lavatrice a 40° insieme ad altri capi. Insomma, sembra un comune tessuto a cui basterebbe abbinare comuni porte Usb.


"Questo prototipo offre uno scorcio entusiasmante del potenziale futuro dei tessuti elettronici", ha dichiarato dottor Hughes-Riley, dell'Advanced Textiles Research Group (ATRG) dell'università. "Finora pochissime persone avrebbero considerato che i loro capi di abbigliamento o prodotti tessili potessero essere utilizzati per generare elettricità". Secondo il ricercatore, i tessuti elettronici, forse più di altri dispositivi tech indossabili, hanno il potenziale di cambiare il rapporto delle persone con la tecnologia. Eliminare l'esigenza della ricarica tradizionale a muro sarebbe una svolta. 


"Questo progetto mostra come gli e-textile possono essere all'avanguardia nella sostenibilità e anche che hanno il potenziale per rimodellare le nostre attuali concezioni di tecnologia", ha sottolineato la ricercatrice Matholo Kgatuke. "Abbiamo combinato tecniche di tessitura consolidate con la tecnologia moderna per creare prodotti futuri che potrebbero cambiare la percezione delle persone dell'abbigliamento e dell'elettronica".


La prossima sfida è quella di produrre l'e-textile su scala più ampia in modalità automatizzata; oggi il lavoro prevede l'uso di un telaio tradizionale e tanta manualità.