In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Il roadshow, la community, i grandi numeri: un anno di City Vision

Il roadshow, la community, i grandi numeri: un anno di City Vision
E nel 2023 il progetto sulle città intelligenti cresce ancora
3 minuti di lettura

Oltre mille partecipanti ai cinque eventi dal vivo; una community di 4500 persone, con 450mila raggiunte su Facebook e oltre 100mila su LinkedIn nei tre appuntamenti online. Sono alcuni dei numeri che fotografano il 2022 di City Vision, il progetto di Blum. Business as a medium e Padova Hall - con il supporto di Enel X, Alperia, Acea, Leitner, UniCredit - dedicato alle smart city e alla trasformazione intelligente delle città medio piccole in Italia. Ultima tappa dedicata alla mobilità, il 1° dicembre a Napoli, con una tavola rotonda tra sindaci, amministratori, esperti e rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione. È, questo, uno dei temi focali su cui si è concentrato il percorso editoriale della piattaforma di eventi e notizie, con un roadshow ancora più ricco in vista del 2023.

 

"È stato un anno straordinario per City Vision – ha commentato Domenico Lanzilotta, direttore editoriale - Abbiamo viaggiato da Milano a Barcellona, da Ivrea a Venezia per parlare di dati, di energia, di smart PA. Agli Stati Generali delle città intelligenti di Padova hanno partecipato in 500, con quasi 300mila contatti sui social, a dimostrazione dell’enorme interesse verso le transizioni in atto nelle città, soprattutto quelle medie e piccole, dove possono e devono attivarsi cicli virtuosi tra pubbliche amministrazioni, aziende, startup e mondo della ricerca. L’obiettivo, come ripetiamo sempre, è una trasformazione intelligente e inclusiva. O coinvolge tutti i territori, o non potrà mai dirsi equa".

 

Il 2022 di City Vision è partito con l’appuntamento a Milano, in marzo, con una giornata dedicata ai dati come opportunità e non solo. Tra gli ospiti Matteo Flora, hacker e docente a contratto in “Corporate Reputation e Storytelling”, che ha fotografato lo stato dell’arte nella PA, mettendo in guardia sui costanti rischi legati alla cybersecurity. Tanti anche gli amministratori coinvolti nel dibattito, come Maurizio Manzi, assessore al Bilancio e all’innovazione del Comune di Cremona, e Katia Piccardo, sindaca di Rossiglione (GE).

 

L’altro verticale su cui City Vision ha dedicato particolare attenzione è quello dell’energia. In un anno drammatico con crisi geopolitiche e prezzi alle stelle per il gas, la questione è stata affrontata con realismo e al tempo stesso senso dell’urgenza per le azioni non più procrastinabili. A Venezia, all’Università Ca’ Foscari dove peraltro ha sede l’acceleratore green VeniSIA, si è discusso di un futuro prossimo in cui dovremo poter contare di più sulle rinnovabili. Le sfide sono numerose e richiedono investimenti fin da subito sulle infrastrutture. In Laguna erano presenti anche Roberto Marcato, assessore allo Sviluppo economico e all’Energia della Regione Veneto, e Matteo Ricci, sindaco di Pesaro.

 

"Come Enel X siamo fieri di aver fatto parte di questo percorso ricco di contenuti, perché è stata per noi soprattutto una straordinaria occasione di confronto diretto e informale con gli Enti locali – ha commentato Armando Fiumara, Head of Marketing and Sales Excellence Business-to-Government Italy di Enel X - L’ascolto e la vicinanza ai territori sono condizioni necessarie per poter rispondere concretamente alle necessità delle nostre comunità e affiancare Sindaci e Amministratori nelle sfide che ci si pongono di fronte".

 

Smart city significa anche Next Generation EU. Sul cantiere per la ricostruzione più grande dal secondo dopoguerra le pubbliche amministrazioni possono porre le basi per la transizione intelligente. A Ivrea, al Teatro Stabile, City Vision ha discusso proprio di Smart PA con figure che stanno lavorando su questi temi. Come Chiara Daneo, del Dipartimento per la Trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio, e Michele Pianetta, vicepresidente all’Innovazione di Anci Piemonte.

 

L’appuntamento annuale di City Vision, ovvero gli Stati Generali delle città intelligenti, si è tenuto a Padova con l’edizione più grande di sempre in ottobre. Al Centro Culturale Altinate S. Gaetano ai lavori sul main stage si è affiancato il village, con tante startup che hanno potuto presentare agli amministratori presenti le proprie tecnologie, applicabili fin da subito in vari ambiti (dalla sensoristica per la qualità dell’aria fino alla micromobilità). Hanno preso la parola Ugo Valenti, direttore dello Smart City Expo World Congress di Barcellona, Giulia Baccarin, founder di MIPU, Pierfrancesco Maran, assessore a Casa e Piano quartieri del Comune di Milano, e Maria Francesca Silva, esperta di smart city e rigenerazione urbana. Gli Stati generali delle città intelligenti sono stati organizzati con il Comune di Padova, in collaborazione con Regione Veneto – Agenda digitale del Veneto, Camera di commercio di Padova, Venicepromex, e il Dipartimento di scienze economiche e aziendali “Marco Fanno” dell’Università di Padova.

 

L’altro grande appuntamento che ha completato il calendario 2022 di City Vision è stata la partecipazione allo Smart City Expo World Congress di Barcellona. La fiera di settore più importante al mondo è stata l’occasione per conoscere a fondo i cantieri aperti dagli Stati Uniti all’Asia, dove le città si stanno trasformando grazie a nuovi modelli di mobilità, di raccolta e analisi dei Big Data, di accessibilità dei servizi al cittadino. 

 

Oltre agli eventi in presenza, City Vision ha infine confezionato brevi sessioni di Input, appuntamenti digitali in cui ha messo a confronto personalità su argomenti specifici come la space economy e la comunicazione social per i comuni. City Vision è un progetto in collaborazione con ANFoV, Data Valley, Europe Direct Padova, Istituto EuropIA.it, IBIMI, Indig communication, InnovUp, IoTItaly, Living Future Europe, Milano Smart City Alliance, PA Social, Padova Europea, Rete dei Comuni Sostenibili e Sheldon.studio.