In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Le idee

Festival di Green&Blue. Storia di un evento sostenibile

Il 5 giugno a Roma e dal 6 all'8 giugno a Milano per conoscere attivisti da tutto il mondo, incontrare sindaci e amministratori delle città, dialogare con le imprese e le associazioni. Con la seconda edizione del nostro festival offriamo non solo un luogo dove dibattere di cambiamento climatico ma anche un'occasione per mettere in atto piccole ma importanti pratiche per la salvaguardia del Pianeta. ISCRIVITI - IL PROGRAMMA
2 minuti di lettura

Qualche anno fa, frequentando incubatori di startup e fablab di makers, un giorno mi sono imbattuto in uno dei tanti fenomeni sconosciuti che fanno innovazione vera ogni giorno in questo Paese. Si chiama Francesco Piero Paolicelli ma tutti lo conoscono come "Piersoft" perché è un mago del software: in breve, è un hacker che aiuta la pubblica amministrazione a funzionare meglio. Niente di sexy, niente che faccia ottenere titoli sui giornali o che ti aiuti a fare una comparsata in tv. Ma gli innovatori sono così: si accontentano di migliorare le cose. Insomma un giorno Piersoft mi ha detto: "Tra il dire e il fare c'è soltanto il fare". Non c'è di mezzo il mare insomma, come ci hanno sempre detto, no, l'unica opzione è farle le cose che dici di voler fare. Tanti anni fa questo concetto lo espresse con maggiore poesia Gandhi quando disse: "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo".


Questa premessa per dirvi che progettando questa seconda edizione del Festival di Green&Blue (a Roma il 5 giugno e a Milano dal 6 all'8) ci siamo posti il problema non solo di offrire un luogo dove parlare di sostenibilità, ma anche un'occasione per praticarla. Fare un festival davvero sostenibile. Va detto che anche quello dello scorso anno aveva vinto il premio come miglior evento dell'anno per la sostenibilità, segno che qualcosa di buono l'avevamo fatta. Ma non ci bastava.
 

Perché è un evento sostenibile

Sul cambiamento climatico è il momento di scelte radicali, e quindi è il momento di scelte radicali anche su come si fanno gli eventi. È possibile organizzare un grande festival "a impatto zero"? Sì, certo, comprando crediti di carbonio, ripiantando alberi, ma non era questa l'idea. L'idea era progettare un evento con il minor impatto possibile. Con il team di "Piano B" ci siamo messi al lavoro ed è venuto fuori che sì, si può fare: gli arredi del palco sono in materiali riciclati, i bicchieri del bar sono riciclabili e riutilizzabili all'infinito, le eccedenze di cibo saranno recuperate da una associazione per chi ne ha bisogno; il cibo stesso sarà gestito da una associazione legata ad un grande chef che forma gli studenti delle scuole alberghiere e tutti i proventi andranno ad una Fondazione che si occupa di aiutare bambini con gravi disabilità neurologiche.

Green&Blue - Il 1° giugno in uscita gratis con la Repubblica il nuovo numero interamente dedicato al Festival di G&B
Green&Blue - Il 1° giugno in uscita gratis con la Repubblica il nuovo numero interamente dedicato al Festival di G&B 

Inoltre al Parco archeologico del Colosseo, dove si svolge l'evento del 5 giugno, sosterremo alcuni dei progetti del cosiddetto "Colosseo green" tra i quali la piantumazione di una barriera di siepi antismog, 150 arbusti che serviranno a monitorare l'impatto del traffico sul patrimonio artistico. È tutto? No, restavano da compensare le emissioni per le trasferte degli ospiti, in particolare quelli internazionali. Sono state conteggiate e con l'aiuto di CCC parteciperemo a un progetto di riforestazione in Brasile e uno in Indonesia. Non vi raccontiamo queste cose per dirci che siamo stati bravi: lo raccontiamo per dire a tutti che si può fare. Un altro mondo è possibile, e inizia da ognuno di noi.

Come partecipare al Festival di Green&Blue

Come si fa a partecipare? Basta cliccare per registrarsi e partecipare all'incontro con i sindaci in Campidoglio, il 5 giugno a Roma e alla tre giorni negli IBM Studios Milano, dove si terranno la conferenza principale e alcune masterclass di Italian Tech Academy e Talent Garden. La sera del 7 e 8 giugno, poi, la musica sarà protagonista al BAM Biblioteca degli Alberi Milano, dove di giorno si terranno le experience, i laboratori per tutte le età con esperti, associazioni, startup e aziende.

IL PROGRAMMA