In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
La storia

Le fragole mettono a rischio il parco naturale di Doñana già devastato dalla siccità

La Doñana, in Andalusia (Spagna)
La Doñana, in Andalusia (Spagna) 
Le autorità locali vogliono espandere la coltivazione dei frutti rossi a scapito della zona umida dichiarata Riserva della Biosfera dall'Unesco e Patrimonio dell'Umanità. Infuria la polemica, con l'Ue che minaccia punizioni
2 minuti di lettura

I tedeschi vanno pazzi per le fragole, ma i frutti rossi che si vendono in Germania iniziano ad avere un sapore amaro. La maggior parte delle fragole presenti su questo mercato - dove sono in vendita tutto l'anno - arrivano infatti dalla Spagna e in particolare dall'Andalusia dove ora infuria la polemica per l'ipotesi di ampiamento di un'area di coltivazione dedicata a questi frutti a discapito di una riserva naturale.

Gustare uno dei profumatissimi frutti rossi in Germania rischia di avere un impatto sulla protezione ambientale della penisola iberica, visto che la regione vorrebbe ampliare di 800 ettari la superficie di coltivazione delle fragole all'interno della zona umida di Doñana dichiarata Riserva della Biosfera dall'Unesco nel 1980 e poi Patrimonio dell'Umanità nel 1994. Quella di Doñana, 122.000 ettari tra parco naturale e "zona cuscinetto", è una delle aree protette più importanti d'Europa, estesa su una decina di comuni nelle province di Huelva, Siviglia e Cadice. Per la sua superficie e il suo clima nei mesi invernali ospita centinaia di migliaia di uccelli migratori.

Ma la zona ospita anche numerose aziende agricole che hanno prosperato grazie a pozzi legali e illegali utilizzati per deviare grandi quantità d'acqua indispensabili per le coltivazioni di verdura e frutta, soprattutto per le fragole vendute in tutta Europa ma principalmente in Germania che è il più grande cliente al mondo delle fragole andaluse: nel 2021 delle 324.000 tonnellate di fragole prodotte in questa regione spagnola 113.000 tonnellate sono arrivate nei supermercati tedeschi.  L'acqua, indispensabile per la coltivazione delle fragole, frutti ad alta intensità idrica, è estratta dalla stessa falda che dovrebbe mantenere l'equilibrio ecologico dell'area: il rischio è il prosciugamento della zona umida.

Secondo il WWF e altre organizzazioni di protezione ambientale il livello delle acque sotterranee nella riserva di Doñana è in forte calo da anni, e i dati della stazione biologica del parco nazionale indicano che quasi il 60% di tutte le lagune si è prosciugato nell'ultimo decennio. Il progetto del governo andaluso che minaccerebbe il paradiso naturale intende aiutare l'agricoltura che è il motore economico della provincia sottosviluppata di Huelva. Le fragole giocano un ruolo chiave in questo progetto: secondo l'associazione Interfresa i frutti rossi hanno assicurato 100.000 posti di lavoro nel 2021 e quasi l'8% del reddito lordo in Andalusia. La disputa in corso vede scontrarsi per proteggere la riserva naturale il governo andaluso, quello centrale di Madrid e Bruxelles, ecologisti e agricoltori.


L'Ue minaccia punizioni, l'Unesco avverte che il Parco Nazionale di Doñana sarà rimosso dalla lista se il progetto verrà portato avanti, il WWF, secondo cui per produrre un chilo di fragole vengono utilizzati circa 300 litri di acqua, ha lanciato una raccolta di firme che sta avendo grande successo.

Madrid non intende rimanere con le mani in mano, mentre si studiano le possibili azioni per proteggere la riserva naturale, il ministro dell'agricoltura spagnolo Luis Planas ha dichiarato: "Doñana è per la biodiversità ciò che il Prado è per la pittura, un qualcosa che dobbiamo difendere, questo governo farà tutto il necessario affinché questa iniziativa non arrivi a buon fine".