E anche in Autogrill arriva il primo burger vegetale

È accompagnato da una fettina di riso integrale germogliato, insalata, pomodoro e salsa di hummus ai piselli. A crearlo Simone Salvini, chef vegano a lungo alla guida del ristorante Joia di Milano
1 minuti di lettura

Arriva in Autogrill il primo burger vegetale. Si chiama Wowburger ed è pensato in collaborazione con Simone Salvini, chef vegano a lungo alla guida del ristorante Joia di Milano, e con Nestlé per un pubblico sempre più consapevole e attento all’alimentazione. Dentro al panino - realizzato dalla multinazionale francese in una versione speciale per l’occasione - si trova il "Sensational burger garden gourmet", totalmente vegetale, e poi, al posto del formaggio, fettine a base di riso integrale germogliato. Il bun, un pane soffice, è alla curcuma e Salvini accompagna il tutto con insalata, pomodoro e salsa di hummus ai piselli.

Wowburger punta ad allargare il pubblico di Autogrill e, fin dal nome, a creare un effetto sorpresa per la novità. «Siamo da sempre impegnati nell’individuare le esigenze in continua evoluzione dei consumatori - commenta Andrea Cipolloni, ad di Autogrill - e questo prodotto rappresenta per noi ben più di un panino: è il risultato di importanti investimenti nella ricerca e nello sviluppo di nuove ricette che uniscano qualità, tradizione e innovazione. Questo risultato è frutto di un impegno corale con Nestlé e con lo chef Simone Salvini, con il quale Autogrill ha già iniziato diversi progetti con Green Lab, il nostro laboratorio di idee per i clienti più attenti ai temi dell’alimentazione bilanciata».

«Garden Gourmet risponde all’esigenza di nutrirsi in modo gustoso ma al tempo stesso consapevole e rappresenta la risposta, anche nel mercato del “fuori casa”, a coloro che vogliono variare la propria alimentazione con un maggiore consumo di proteine vegetali - aggiunge Federica Braghi, dirigente Nestlé -. I prodotti a base vegetale, infatti, non sono più solamente rivolti a vegani e vegetariani. Molti nel mondo hanno iniziato a seguire regimi alimentari “flessibili” e a queste persone rispondiamo con soluzioni vegetali studiate per esaltare al massimo il piacere palatale».