Dal toccu al cappon magro: qui le specialità di Genova sono deliziose e originali

Pranzo al San Giorgio, uno dei ristorannti della famiglia Scala, che conosco da vent'anni e che seppe stregare anche un giovane Sandro Pertini
2 minuti di lettura

Li conosco da venti anni: il primo racconto lo feci sulle colonne de La Stampa il 5 maggio del 2001 quando provai, come sempre da "inatteso cliente qualunque pagante", quella meraviglia che era Il Fundegu di Albisola (Savona) mandato avanti da papà Giorgio Scala con l’aiuto della moglie e dei due figli, Roberto e Danilo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori