Pazzi per la pizza, ma anche insalate e frutta: ecco la dieta di Chiara Ferragni e Fedez in Costa Smeralda

I Ferragnez con, da sinistra, il maestro pizzaiolo Massimo Bosco e i suoi soci Claudia Manconi e Andrea Ruiu (Foto\ Massimo Bosco) 
Per l'imprenditrice e il rapper una vacanza nelle spiagge paradisiache della Sardegna all'insegna del relax e della natura. E sulla tavola dei Ferragnez vanno in scena benessere e tradizione con i lieviti del maestro pizzaiolo Massimo Bosco
1 minuti di lettura

La polemica per il concerto di Olbia, che sarebbe dovuto andare a sostegno delle zone dell'Oristanese colpite dai gravi incendi del luglio 2021 è ancora nell'aria, ma l'atmosfera attorno alla vacanza sarda di Fedez e di Chiara Ferragni è tutt'altra. "La nostra estate italiana" si leggeva in una caption social all'inizio del mese di agosto, a sottolineare l'impegno dei due imprenditori nel portare visibilità, attraverso i loro social network, al nostro Paese, all'italianità. Un'idea nata già l'anno scorso nella prima estate segnata dal Covid-19 e che è continuata quest'anno, portandoli nuovamente in Sardegna (per il quarto anno consecutivo). Un'estate tutta italiana anche nell'alimentazione, visto che anche quest'anno per la "pizza night", come chiosa Chiara sui social, è stato chiamato Massimo Bosco, maestro pizzaiolo da tempo tre spicchi per la Guida del Gambero Rosso e 37° per 50 Top Pizza 2020 con la sua Bosco di Tempio Pausania. 

Uno scatto della serata di Massimo Bosco dai Ferragnez (foto:\ Stories Instagram Chiara Ferragni) 

Come già accaduto lo scorso anno (quando l'imprenditrice era da poco incinta della seconda figlia, Vittoria) nella villa sono stati portati tutti gli strumenti del mestiere del maestro pizzaiolo cagliartirano, ma tempiese di adozione. "Ci hanno chiesto di utilizzare il forno a legna presente nell'abitazione, ma le incognite sarebbero state troppe. Abbiamo portato, insieme ai miei soci, uno dei nostri forni Moretti e lo abbiamo riportato a Tempio a fine serata, una volta raffreddato". A tavola è arrivata, morbida e ben croccante come nello stile contemporaneo di Bosco, "una pizza in pala, abbiamo scelto il nostro mezzo metro come formato, in modo che tutti gli ospiti potessero assaggiare più gusti". Quello più condiviso sui social nella serata è stata una teglia con pomodorini, basilico, mozzarella e stracciatella pugliese: una ricetta tutta italiana, orgogliosamente per chi l'ha fatta, accompagata a una più semplice margherita per il piccolo Leone ("che l'ha specifitacamente chiesta! Bellissimo") e da altre ricette con qualche piccola variante (per dessert, focaccia con nocciolata artigianale). "E hanno mangiato davvero! Posso testimoniarlo". 

 Massimo Bosco intento a preparare la margherita per Leone Lucia Ferragni 

Una scelta semplice, apparentemente, ma in realtà in linea con quella che si scopre essere la loro alimentazione. "Gli ho chiesto cosa mangiassero abitualmente" e su conferma anche della chef che li ha accompagnati in questo mese in Costa Smeralda, "in realtà sono legati a cibi molto semplici. Piatti leggeri, salutari, e tantissima frutta. In particolar modo l'anguria, che è la loro preferita. E su tutti la pizza, di cui sono assolutamente ghiotti". Uno spaccato di vita normale, non in antitesi ma a completamento dell'immagine che stories e profili instagram regalano a mezzo mondo, che si intreccia in realtà bene con le battaglie per i diritti civili, l'impegno sociale e l'attività imprenditoriale che, al di là dei detrattori, ne hanno fatti un simbolo generazionale.