Nasce un impero del cioccolato: Lindt assorbe Caffarel

Con la fusione sventata la chiusura del centro produttivo di Lucerna San Giovanni; "la soluzione più adatta" per la continuità del business di Caffarel e un futuro più solido
1 minuti di lettura

Dopo un'estate di timori nati dall'annuncio di 90 esuberi comunicati a giugno, arriva la svolta: il Gruppo Lindt & Sprüngli integrerà Caffarel attraverso una procedura di fusione per incorporazione che partirà a gennaio. L'operazione, spiega il colosso svizzero del cioccolato, è volta "alla valorizzazione dei due marchi attraverso l’integrazione in una entità unica e una strategia industriale comune, conservandone al tempo stesso i tratti distintivi e il forte legame col territorio".

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori