Vino, Sandro Bottega: "Manca personale, offro stipendi da 1200 euro"

Sandro Bottega 
Il produttore trevigiano, leader nel Prosecco, denuncia la mancanza di figure professionali come magazzinieri e vendemmiatori. "C'è chi nomn accetta di svegliarsi presto la mattina. Ma così si mette a rischio la ripresa del settore, molte aziende faticano"
1 minuti di lettura

"Offriamo stipendi da 1.200-1.300 euro netti, ma non basta: questi lavori manuali, anche se ben retribuiti, molti italiani non li vogliono più fare. Mancano anche mulettisti, magazzinieri, autisti. Questo perché devono fare corsi di formazione, ma anche perché devono assumersi delle responsabilità che con il reddito di cittadinanza non hanno". Sandro Bottega, il titolare dell'omonima azienda di Bibano, in provincia di Treviso - 16 milioni di bottiglie prodotte e l'85% per i mercati esteri - e ideatore dei “Prosecco Bar” che stanno spopolando in tutto il mondo, non riesce a trovare 25 figure professionali in azienda.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori