Birra e cibo: da Rimini tutti gli abbinamenti possibili

Birra e cibo: da Rimini tutti gli abbinamenti possibili
Un appuntamento quello in corso a Rimini che punta molto sul pairing per questa edizione. Tra le proposte più interessanti la Warsteiner con note di ribes nero pensata per la carne alla griglia 
2 minuti di lettura

Beer and Food Attraction, organizzata da Italian Exhibition Group, in scena nel quartiere fieristico di Rimini fino al 30 marzo, è la prima fiera del 2022 dedicata all’eating out e ad una delle bevande più apprezzate al mondo, la birra, che, bionda o rossa, ha saputo vestire nel tempo occasioni e gusti personali, dalle tipologie più equilibrate, ai sapori originali, alle alte fermentazioni. Un format, quello di quest’anno, rivolto agli operatori del settore reso unico dalla presenza della filiera dell’Out of home, che abbraccia dalla Birra al Beverage al settore del Cibo. La manifestazione ospita, tra l’altro, i Campionati della Cucina Italiana di FIC-Federazione Italiana Cuochi e l’International Hoerca Meeting in partnership con Italgrob parallelamente alla BBTech Expo. Sono 85 le delegazioni di buyer presenti per ben 24 Paesi, con l’Europa in testa, ma anche Stati Uniti, Armenia, Israele, Kazakistan e Libano e gli oltre mille appuntamenti organizzati con gli espositori che si presentano ventilando una ripartenza prudente.

In Italia il settore della birra occupa lo 0,5% del PIL, con 900 imprese e dà lavoro a 115mila persone. Purtroppo il conflitto ucraino lascia un punto interrogativo sui flussi turistici e sull’incidenza dell’incremento dei costi delle materie prime sulle imprese; anche se gli aumenti dei costi attualmente si aggirano attorno al 3,5%, c’è da dire che il 56,3% di bar e ristoranti non prevede a stretto giro un rialzo dei prezzi nei listini. Durante il 2021, poi, le misure restrittive da Covid-19 sono state allentate e l’aumento di spesa per i consumi fuoricasa è migliorato del 17,2% rispetto al 2020, registrando più di 63 miliardi di euro. Così, sotto la luce di un moderato ottimismo e dei riflettori della fiera, a Beer and Food Attraction malti e luppolo sono in primo piano, ma anche il comparto del Beverage con innovazioni di prodotto che vanno ad alimentare il piacere del fuoricasa, senza dimenticare gli abbinamenti con il cibo, di cui si fanno promotrici le stesse aziende.


Come Birrificio Angelo Poretti (proprietà Carlsberg) già da tempo propone i migliori pairing con le sue birre, grazie alla collaborazione con Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana. La 4 Luppoli Lager, con una varietà di luppolo coltivata in Italia, che sprigiona la sua vera essenza se abbinata con piatti come il Cannolo all’arancia con spuma di asiago e noci, sarà sul mercato ad aprile in una versione non filtrata - perfetta per primi piatti strutturati - dal profilo organolettico fresco e in cui i sentori del malto sono bilanciati dalle ruvidità del lievito. I grandi brand del Beverage come Pepsi, poi, restano sull’iconico pairing internazionale pizza-cola e si presentano in fiera ricreando una pizzeria dal nome “Pizzeria da MAX”, col richiamo alla linea “Max” di Pepsi cola a zero zuccheri.Dall’azienda di surgelati Surgital arriva una pasta fresca speciale: gli scrigni con gorgonzola dop e il cioccolato rosa Ruby, un tripudio di dolce, fruttato e aspro che incontra il gorgonzola. Lo accostiamo ad un cocktail analcolico che Ferrarelle propone in una piccola carta Mixology dominata da “Maxima”, l’acqua con bolle 100% naturali, definito “un cordiale per favore”, come il simbolo dell’Italia di una volta in versione gassata. Tre tipi di agrumi, zucchero e un lieve sentore di Toscano Black 80 Amedei.


Ci spostiamo a casa Warsteiner che porta in esclusiva per l’Ho.re.ca, la sua prima birra non filtrata concepita nel rispetto dell’Editto di Purezza, come da tradizione aziendale. Brassata con il luppolo autoctono europeo Brewers Gold, rivela profumi floreali, speziati e di ribes nero in sintonia con le note di caramello e miele, conferite dai malti Münchener e Pilsner. Ce la propongono in fiera nel contesto di un beer garden ricreato accanto a due esperti di barbecue e grilling, Pietro Bonaccorsi e Matteo Tarozzi di Bbq Geeks, in abbinamento ai tacos di pollo e al popcorn di polpo, piatti che lasciano il giusto respiro alle note dolciastre della birra.


Ricorrente è poi l’italianità con i suoi simboli più radicati, come la tradizione calcistica nostalgica e la birra Railroad Brewing Company, dedicata al calcio italiano, alle emozioni dei grandi calciatori di un tempo, alla voce del grande cronista Pizzul; oppure la birra per i tifosi e Bobo Vieri ne sa qualcosa con la sua Bombeer, dal nome ben riconducibile al calciatore con un packaging colorato, caratterizzata da puro malto e bassa fermentazione, elegante e decisa come i goal più belli di tutti i tempi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito