In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Il bar, luogo di inclusione e libertà: Alex Prager realizza il Calendario Lavazza 2023

Il backstage del Calendario Lavazza 2023 (ph. Sam Jackson)
Il backstage del Calendario Lavazza 2023 (ph. Sam Jackson) 
Un anno vissuto per immagini, quelle della fotografa americana. Francesca Lavazza: "Con ‘Yes! We’re open’ raccontiamo il mondo di appartenenza di Lavazza"
2 minuti di lettura

Nessun ingrediente al mondo, come il caffè, ha saputo diventare un elemento di vita che va oltre le mura in cui si consuma. Quelle di un bar, per esempio, che per gli italiani è da sempre incontro, aggregazione, inclusione, passione, moda, gusto. E di cui il caffè ne è diventato da subito – e lo è da decenni – il simbolo di questo contenitore. Da consumare al bancone, scambiando due parole con il barista; da sorseggiare seduti a un tavolino affacciato sulla piazza del paese, della città.

La cover del Calendario Lavazza 2023 (ph. Alex Prager)
La cover del Calendario Lavazza 2023 (ph. Alex Prager) 

Un rito che si tramanda, quello del caffè, e che l’Italia ha saputo esportare nel mondo. E che Lavazza, che di questa tradizione è capofila fin dalla sua nascita, nel 1895 a Torino, celebra quest’anno con il Calendario Lavazza 2023, un anno vissuto per immagini, e che immagini, visto che portano la firma d’autore di Alex Prager.

(ph. Alex Prager)
(ph. Alex Prager) 

La fotografa e regista americana è riuscita a immortalare quell’umanità che all’interno di un bar sa riscoprire la propria vitalità e la propria curiosità, perché in pochi luoghi come invece è il bar le persone sono libere di esprimere la propria individualità. “In ogni scatto penso alla storia emotiva di ogni persona – racconta Alex Prager – ed è come girare molteplici film. Ci sono così tante storie che accadono in ogni fotogramma”. Ecco perché, nel Calendario Lavazza 2023, Alex Prager trasporta chi lo osserva alla scoperta di quello che, per lei, rappresenta il vissuto comune.

(ph. Alex Prager)
(ph. Alex Prager) 

“Quest’anno con il Calendario ci siamo focalizzati sull’inclusione e il rispetto. Con ‘Yes! We’re open’ raccontiamo i mondi di appartenenza di Lavazza: i bar”, dice Francesca Lavazza, e “Alex Prager ha saputo celebrare il bar come luogo in cui nascono rapporti tra persone apparentemente distanti tra loro, esaltando così il ruolo di forte collante sociale del caffè”.

(ph. Alex Prager)
(ph. Alex Prager) 

Inclusione, rispetto, libertà. Valori che si trovano nelle immagini di un French Bistrot e della sua moltitudine caotica; o in un American Diner, dove due perfetti sconosciuti sono per Alex Prager l’incipit di un racconto dove le connessioni superano le barriere; o ancora in un Internet Café dove si possono trovare così tante persone differenti tra loro e che in quelle differenze riescono però a scoprire straordinari punti di incontro da arrivare perfino a innamorarsene, lasciando il segno.

(ph. Alex Prager)
(ph. Alex Prager) 

Sfogliando il Calendario, ecco un caffè da sorseggiare in un bar in riva al mare, dove la quiete ci ricorda quanto, in fondo, sia gratificante essere semplicemente se stessi.

(ph. Alex Prager)
(ph. Alex Prager) 

Mentre il sublime caos catturato da Alex Prager in una tipica piazza italiana ci fa capire che in quell’agorà ci sono persone e quindi storie, ognuna delle quali importanti. Perché a volte basta porre la giusta distanza per apprezzare il quadro d’insieme e la fotografa americana ci fa capire che tante storie singole e diverse sembrano e possono legarsi indissolubilmente tra loro.