In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Giubbani, lo chef con l'Orto: “Ecco le mie 40 magiche erbe aromatiche”

Giubbani, lo chef con l'Orto: “Ecco le mie 40 magiche erbe aromatiche”
Il giovane cuoco ligure e la cucina green che gli è valsa una stella: “Dalla terra ricavi sempre qualcosa”, lo diceva anche mia nonna
1 minuti di lettura

Non poteva che chiamarsi “Orto”, il ristorante di Jorg Giubbani, fresco di prima stella Michelin portata con la sua cucina a Moneglia, nell’estremo levante genovese. «Mia nonna diceva “Puoi vendere tutto ma devi sempre tenerti un tuccu d’orto”», ricorda Giubbani, 31 anni, originario di Sestri Levante, studente all’Alberghiero di Camogli e poi cresciuto in Alto Adige con Arturo Spicocchi e Nicola Laera. 

Lo staff stellato di Orto by Jorg Giubbani
Lo staff stellato di Orto by Jorg Giubbani 

Quindi l’orto per lei è il ricordo dell’infanzia?
«È famiglia perché è “l’orto di famiglia”, in Liguria tutti provano ad averne uno, come diceva mia nonna dall’orto ricavi sempre qualcosa. Potevi anche essere povero, ma se c’era l’orto avevi da leccarti le dita».

Per la sua cucina, quando è diventato fondamentale il “tuccu d’orto”?
«Nel 2019 sono arrivato a Moneglia, il ristorante dell’hotel Villa Edera della famiglia Schiaffino è diventato “L’Orto by Jorg Giubbani”, ci siamo concentrati sulle erbe aromatiche, quelle stesse quaranta specie che oggi sono nei miei piatti, come erba lepre, spinacio acquatico, spinacio fragola, melissa (che ho usato nel panettone natalizio) e poi abbiamo ripiantato ortaggi antichi del posto, come la radice di Chiavari, il pomodoro pôrsemminna, quello costoluto, la zucchina trombetta, ma anche i fagiolini blu e i fagiolini anguilla, solo per citarne alcuni».

Bahibe, Nocciola Misto Chiavari, Caramello Salato
Bahibe, Nocciola Misto Chiavari, Caramello Salato 

Perché le erbe sono fondamentali?
«Per i sapori, ovviamente, ma hanno anche un altro vantaggio: qui gli orti sorgono vicino al mare, prendono il salmastro in modo naturale. In cucina così c’è meno bisogno di sale, oltre a evitare cotture aggressive e grasse».

Lei è sempre con le mani nella terra: che cosa sta studiando di nuovo?
«Stiamo facendo, con l’aiuto di biologi, del nostro team e del banco del seme di Albenga, esperimenti su agrumi come la mano di Buddha, il pernambucco, il Kumquat, mentre in questi giorni stiamo lavorando sulla fermentazione dei limoni».

Le conserve di Orto
Le conserve di Orto 

Tutto nasce nell’orto...
«Sì, nei cinque orti che abbiamo realizzato, e dove non arriviamo autonomamente ci appoggiamo a contadini del luogo».

Difficoltà?
«Il clima non aiuta: a febbraio ci sono 15 gradi, ormai abbiamo iniziato a piantare i pomodori a 7-800 metri d’altezza per ritardarne un po’ la maturazione».

Consigli?
«Coltivate ortaggi, erbe, se potete. Lo sa che a fine cena noi serviamo “Se mi lasci non vale”?».

Ovvero?
«In un pezzo di carta riciclata inseriamo semi compressi per dare vita a una pianta e coltivarla, magari sul balcone. È il nostro modo di dire grazie ai clienti».