In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

La Costa Azzurra metropolitana: a Nizza tra tradizione francese e sapori italiani

Nella città francese le buone tavole non mancano. Ne abbiamo scelte alcune, soprattutto quelle che si distinguono nel menù e nell’accoglienza conviviale, ma anche quelle preferite dai vip
5 minuti di lettura

Nizza resta una delle destinazioni privilegiate di chi va in Costa Azzurra. La Metropole, come viene definita, ha subito in questi ultimi anni uno sviluppo urbano attento e più rispettoso dell’ambiente. È tornato il tram che ora serve tutta la città e porta sino all’aeroporto internazionale Nice Côté d’Azur. Sono nate isole verdi, zone pedonali e piste ciclabili. I quartieri storici conservano il loro fascino, come la Vecchia Nizza e la famosa Promenade des Anglais con le sue spiagge è stata ripensata nel segno della modernità, così come la vasta area in cui sorge Place Massena. Tutte zone vivibili anche a piedi. Il traffico, seppur intenso nelle ore di punta, è meno invasivo. E le buone tavole non mancano. Ne abbiamo scelte alcune, soprattutto quelle che si distinguono nel menù e nell’accoglienza conviviale, ma anche quelle preferite dai vip.

Lou Pantail che in dialetto nizzardo significa “il sogno” è aperto da martedì a domenica pranzo e cena. È il tipico ristorante familiare che unisce tradizione e autenticità. È apprezzato per le specialità nizzarde e italiane, con ottime pizze cotte nel forno a legna. Da provare tra gli antipasti i paniss fritti a base di farina di ceci e acqua, e la classica pissaladiere con cipolle, acciughe e olive. Tra i primi piatti guida l’Italia con tagliolini al pomodoro e zucchine, e spaghettoni alla carbonara. Ma ci sono anche ravioli e gnocchi alla nizzarda con stufato. Tra i secondi il super hamburger della casa, tartara oppure tagliata di manzo, scaloppina di vitello alla crema di funghi. Le pizze sono personalizzate, come la Pantail con salsa di pomodoro, formaggio Cantal, mozzarella, pomodori freschi, acciughe e uovo bio; la Cannibale con salsa di pomodoro, macinato di carne, cipolle, Cantal, mozzarella, funghi. E tra i dolci da non perdere, il gelato allo yogurt con crema speculoos, lamponi e una generosa cucchiaiata di panna montata fatta in casa. (Avenue St Lambert 107. T +33 4 9352 0251)

 

Epiro Nice è situato vicino al porto, dietro al molo Quai des Docks e vicino alla ex caserma Lympia. E’ aperto per pranzo e cena da mercoledì a sabato, mentre domenica solo pranzo e martedì solo cena; chiuso il lunedì. E’ il fratellino dell’omonimo e rinomato ristorante romano che si trova in Piazza Epiro. E infatti, anche se qui siamo a Nizza, in fatto di proposte gastronomiche ci troviamo in territorio italiano, come italiani sono i proprietari. La soddisfazione della clientela testimonia la qualità dei piatti, l’accoglienza e la cortesia. Il menù varia secondo le stagioni, tra le specialità trionfano linguine di zucchine con bottarga di tonno e telline; mafalde fatte in casa al pesto di basilico, con fiocchi di parmigiano stagionato trenta mesi e pomodori al forno; tagliolini al polpo con pomodoro e basilico; scampi, guanciale con carciofi alla romana; burrata fritta con melanzana, pomodoro e basilico; risotto San Massimo con triglie, zucchine e nocciole. Boulevard Stalingrad 53. T +33 4 8339 5189
 

Chez Papa (si pronuncia Papà). Si trova dietro il porto, aperto da martedì a sabato pranzo e cena. Ambiente elegante, ma senza eccessi, con pietre a vista sui muri all’interno e con veranda. Una cucina ricercata e di qualità, tipicamente locale. Si può iniziare dal foie gras maison con marmellata di fichi e da una vellutata di mais con uovo biologico impanato, per proseguire con ravioli alla ricotta e spinaci al parmigiano stagionato oppure risotto al parmigiano o al tartufo. Tra i secondi di carne c’è la spalla di agnello con polenta cremosa oppure tagliata di manzo con patate prezzemolate. Dal mare arrivano calamari alla plancia con patate novelle e merluzzo arrostito con verdure. I dolci sono ottimi e leggeri nonostante la porzione: profiterol maison di Chez Papa al cioccolato oppure con speculoos e gelato al fior di latte; pasta sfoglia con crema pralinata e mousse alla vaniglia. Per chi ama il buon vino val la pena visitare la Cave de Papa. (Rue Bonaparte 9. T +33 7 7135 3271)

D’Aqui D’Aia significa “di qui e d’altrove”, si trova nel quartiere del porto ed è aperto da lunedì a sabato pranzo e cena. Il locale è accogliente, arredato con semplicità e cura per ogni dettaglio. Cucina familiare della tradizione nizzarda, tutte le specialità sono fatte in casa, lavorate e cotte solo con ardesia. Tra i classici della regione l’insalata al formaggio fuso di capra, i ravioli allo stufato nizzardo e l’hamburger Raclette di puro manzo accompagnato da frittella di patate, cipolle caramellate, raclette, prosciutto crudo, insalata, pomodoro. Qui viene anche preparato un piatto raro e particolare: testicoli di montone impanati.(Rue Cassini 12. T +33 6 2034 0633)

 

Le Plongeoir significa il trampolino. È situato sul mare non lontano dal porto verso Villefranche. È su una scogliera, un angolo esclusivo e romantico, decisamente atipico e originale. Una parte del ristorante è letteralmente “appoggiata” su uno scoglio che emerge dal mare, collegato da un ponte alla terraferma. Il ristorante come lo vediamo oggi è nato nel 1941 e prima, su quello scoglio, c’era un battello da pesca dove già si mangiava o si prendeva il té. È aperto tutti i giorni a pranzo e cena. Il menù propone specialità mediterranee, tra cui tonno semicotto al sesamo, cuori di palma, spicchi di agrumi e ricotta; polpo alla griglia con tris di quinoa, mela verde, pomodorino caramellato. Come primo piatto la scelta è tra due risotti Carnaroli: con verdure di stagione, scaglie di parmigiano stagionato, oppure con gamberi saltati in padella. Nei secondi ci sono filetto di orata al forno con melanzane e fonduta di miso, gnocchi Raiola (marca di produzione artigianale a Nizza), salsa jalapenos; filetto di branzino alla griglia con piselli, purè di patate, salsa chimichurri; filetto di manzo alla griglia con polenta, shimeji, scalogno; carrè di agnello arrosto sempre con polenta, shimenji, scalogno, salsa al Porto. (Boulevard Franck Pilatte 60. T +33 4 9326 5302)

 

Attimi è italiano e si trova a fianco nella centralissima Piazza Massena. E’ aperto tutti i giorni per pranzo e cena e il piatto forte è la pizza, anche vegetariana. Una delle particolarità che fanno il successo del ristorante è l’uso di farine di grano tenero superiore, a base di germe di grano macinato a pietra. Tutti gli impasti vengono lavorati esclusivamente con acqua d’Evian e con una ricetta originale che li rende leggeri e digeribili. Sono banditi conservanti, nitriti o nitrati. Tra gli ingredienti viene usata la Crescenza invece della mozzarella; basilico e acciughe arrivano dalla Liguria. Tra le specialità la vegetariana Portofino con crescenza, pesto fresco di basilico, pomodorini freschi, pinoli e olive taggiasche; Domenica, con crescenza, pomodorino ciliegino fresco, prosciutto crudo di Parma DOP, basilico fresco, origano; Delicata, con crescenza, rucola, salmone fresco, pepe rosa e olio extra vergine d'oliva. Tra i piatti di pasta che si possono gustare ci sono spaghetti del pescatore, pici ai gamberi, maccheroncini al torchio alla bolognese e ravioli in burrata. Tra i secondi nodino di vitello, tagliata di manzo, tartare di manzo o salmone, polpo e calamari alla ligure, melanzane alla parmigiana. Non mancano le insalatone e i dolci. Menù anche per bambini. (Place Masséna 10. T +33 4 9391 0526)

 

La Petite Maison è un locale storico, anche con terrazza, situato in prossimità del Jardin Albert Ier. E’ aperto da lunedì a sabato per pranzo e cena. Da 30 anni è un’istituzione, per merito di Nicole Rubi (per tutti Nicole) e della sua cucina autentica, tipica della regione del Sud della Francia. È alla guida del suo locale, oggi affiancata anche dalla figlia Anne-Laure. Qui fanno tappa anche i vip, molti sono habitué, come Elton John e Bono Vox (U2), l’anno scorso Sharon Stone, Beyoncé e Jay Z e qualche settimana fa Sofia Coppola, per citarne solo alcuni. Il menu va a stagione, ricette semplici e buone. Carne e pesce naturalmente e specialità come lumache, insalata di astice, cosce di rana, merluzzo in salsa aioli, uova strapazzate al tartufo, risotti. Da assaggiare verdure ripiene e pissaladière nizzarde. (Rue Saint-François de Paule 11. T +33 4 9392 5959)

Nespo è situato nel centro della città tra il Quartier des Musiciens e il Carré d’Or, non lontano dal Jardin Alasace-Lorraine. È aperto da martedì a sabato a pranzo e cena. Sia la veranda che la sala interna sono arredati con gusto ed eleganza. Parquet massiccio, piante e decorazioni offrono un’atmosfera rilassata e conviviale. Il menù è invitante in ogni proposta. Tra gli antipasti, scampi flambé al Pastis e tonno rosso marinato al lime con albicocche secche, menta. Tra i primi c’è la specialità dello chef Victorien Duchesne, spaghetti all’astice con una salsa “segreta”. A seguire pesce o carne, tra cui gamberoni marinati con kumquat confit e peperoncino dolce, branzino in crosta di sale Gue?rande, costine di agnello iberico con origano, aglio confit o ancora animelle dorate di vitello con lardo e cipolline. (Boulevard Victor Hugo 48. T +33 6 0381 1481)

 

Zorzetto si trova nel Carré d’Or, dietro al Casinò Barriere e all’Hotel Negresco, a due minuti dalla Promenade des Anglais. E’ aperto da giovedì a lunedì per pranzo e cena. Ambiente accogliente e ottimo servizio. È rinomato per le proposte francesi e italiane preparate sul momento dallo chef Maryan Gandon. Tra le sue specialità ci sono fusilli di verdure, purea di sedano e brodo di tè matcha; conchiglioni ripieni di anatra confit al succo di Porto con zucchine e piselli di stagione; spaghetti al nero con merluzzo, salame piccante e asparagi; conchiglie gratinate (n°39) con prosciutto, beaufort, tartufo e scaloppina di foie gras; orecchiette (per 2 persone) in burrata bio da 400gr, salsa di pomodoro fresco con olive nere, caponata di melanzane, kumquat. Tra i dolci "Doctor Gorilla" con frutta secca, cioccolato fondente e gelato allo zenzero. (Rue Del Pozzo 3. T +33 4 8924 8314)